19 marzo 2014

Biografia


Stephen Edwin King nasce a Portland, nello stato del Maine, il 21 settembre 1947

Ha all'attivo oltre 70 opere, fra romanzi, antologie di racconti e saggi, che hanno venduto nel mondo più di 400 milioni di copie.







Infanzia

Stephen King è nato il 21 settembre 1947 a Portland, nel Maine. Suo padre (nato David Spansky, che in seguito modificò in Donald Edwin King, era un impiegato della Electrolux, ex capitano della Marina Mercantile e impegnato fino al 1945 nella seconda guerra mondiale; la madre, Nellie Ruth Pillsbury King, era una casalinga di origini modeste. Ha un fratello maggiore, David Victor, adottato dai coniugi King il 14 settembre 1945.

Stephen, 4 giugno 1952
Nel 1949 il padre esce di casa per non farne più ritorno. Questo avvenimento segnerà profondamente il carattere del piccolo Stevie, tanto che troviamo in numerosi romanzi il complicato rapporto padre-figli.






La famiglia comincia così a spostarsi da un luogo a un altro; si stabilisce per brevi periodi in Indiana, a Milwuakee e di nuovo nel Maine. La signora Nellie Ruth King in quegli anni e nei successivi sarà spesso fuori casa per tutto il giorno, impegnata in vari lavori come stiratrice in una lavanderia, lavoratrice notturna in una panetteria, commessa e donna delle pulizie. Con il suo lavoro assicura ai due figli una buona educazione, guidandoli all'ascolto di buona musica e alla letteratura, dando la possibilità a Stephen di provare a scrivere qualche storia. Di quegli anni, Stephen King dirà "Non avemmo mai una macchina, ma non saltammo mai un pranzo".



Scuola e prime esperienze letterarie

King da piccolo
Appena iniziata la prima elementare, King si ammala; colpito prima dal morbillo, ha poi problemi a gola e orecchie. Curato da alcuni esperti, la madre stessa lo ritira dalla scuola e passa molti mesi in casa. Durante questo periodo il piccolo Stevie inizia a scrivere, copiando fumetti a cui aggiunge descrizioni personali. Il suo primo racconto (Johnathan and the Witches),  inventato completamente da lui, tratta di quattro animali magici a bordo di una vecchia macchina, guidati da un coniglio bianco e con il compito di aiutare i bambini.
In questo periodo inizierà a leggere da solo tutto ciò che gli capita. A dieci anni scopre il genere horror, dopo aver visto un film sugli extraterrestri. Due anni dopo, rinviene nella soffitta della zia i libri del padre, appassionato di Edgar Allan Poe, H.P. Lovecraft e Richard Matheson. Ed è nel 1960 che King invia il suo primo racconto a una rivista, la Spacemen, che si occupava di film di fantascienza. Ma la sua storia non sarà mai pubblicata.
Un anno prima, invece, King inizia a scrivere per un piccolo giornale, il Dave's Rag (letteralmente, Lo straccio di Dave), giornale prodotto dal fratello maggiore di King in tiratura limitata e distribuito a vicini di casa e amici.

La vecchia scuola di Lisbon Falls
All'età di circa dieci anni si stabilisce a Durham, nel Maine. Frequenta la Lisbon Falls High School, nella vicina Lisbon Falls (10 chilometri di tragitto che percorre spesso in autobus, e a volte anche a piedi). Da appassionato di film e letteratura horror scrive diversi racconti, spesso semplici trasposizioni dei film visti al drive-in. Questi racconti circolano fra i suoi amici di scuola e King utilizzerà la macchina da stampa del Dave's Rag per produrre delle copie stampate dei suoi racconti. In particolare, sarà il film Il pozzo e il pendolo tratto dal racconto di Poe a ispirare King che, tornato a casa, realizzerà una trasposizione dello stesso. Prodotta poi in una quarantina di copie, la vende il giorno successivo a scuola, ma gli insegnanti, scoperto quanto è successo, obbligheranno il giovane King a restituire i soldi.

Il secondo anno alla Lisbon High School diventa direttore del giornale scolastico The Drum, assieme a Danny Emond. Il giornale avrà poca fortuna, e costerà caro a Stephen King che, stufo dei soliti articoli, ha l'idea di realizzare un giornale umoristico prendendo in giro i professori. The village vomit, nuovo nome del giornale, ha successo fra gli studenti, ma i professori non gradiranno i vari soprannomi e spediranno King in punizione per una settimana. Al termine della stessa, il giovane scrittore verrà contattato per far parte di un vero giornale, il Lisbon Enterprise, settimanale di Lisbon. Inizierà qui a scrivere riguardo a incontri sportivi e apprenderà le tecniche di buona scrittura.
Nel 1966 viene pubblicato sulla fanzine Comics Review il primo racconto di Stephen King, intitolato I Was a Teenage Grave Robber.



Università e prime opere

un giovane Steve al lavoro
Diplomatosi nel 1966, studia letteratura presso l'Università del Maine, a Orono, dove cura una rubrica sul giornale universitario, Maine Campus, intitolata King's Garbage Truck (letteralmente "il camion dell'immondizia di King"). Per pagarsi gli studi, Stephen lavora anche durante le vacanze estive. Nel 1967, a 19 anni, vende per la prima volta un racconto a una rivista: The Glass Floor, pubblicato da Robert Lowndes su Startling Mistery Stories. Il compenso che riveve è di 35 dollari.




Tabitha
Intanto, tra i 16 e i 22 anni, scrive quattro romanzi, che non vengono pubblicati. Nell'estate del 1969, lavorando nella biblioteca dell'università, conosce Tabitha Jane Spruce, poetessa e laureanda in storia, che sposerà il 2 gennaio 1971 a Old Town.

Nel 1970, dopo essersi laureato, ottiene il certificato per l'insegnamento nelle scuole superiori, ma per un anno è costretto a svolgere svariate occupazioni (benzinaio, spazzino, bibliotecario e inserviente in una lavanderia industriale di Bangor, arrivando a suo stesso dire a un passo dai gradini più bassi della società), prima di trovare alla fine del 1971 un posto di insegnante di lettere alla Hampden Academy di Hampden, nel Maine. Dopo la nascita della figlia Naomi Rachel nel 1970, King si trasferisce e inizia a scrivere L'uomo in fuga. Nel 1972 nasce un altro figlio, Joseph Hillstrom; da questo momento inizieranno per Stephen molti problemi, economici e di salute, legati anche alla dipendenza dall'alcool.
King sopravvive vendendo racconti a riviste maschili come Cavalier. Molti di questi saranno poi raccolti in A volte ritornano, la sua prima antologia di racconti, pubblicata nel '78.



L'esordio letterario e il grande successo

King riesce finalmente a pubblicare un proprio romanzo nel 1974, si tratta di Carrie. Acquistato dalla casa editrice Doubleday per soli 2500 dollari, il romanzo passa inosservato in edizione rilegata, ma ha uno strepitoso successo nell'edizione economica, superando il milione di copie vendute. Grazie alla sua quota dei diritti dell'edizione economica e alla vendita dei diritti per la trasposizione cinematografica, King può permettersi di abbandonare l'insegnamento e di dedicarsi a tempo pieno alla scrittura.

I libri successivi, Le notti di Salem (1975) e Shining (1977), hanno ancora più successo. In soli quattro anni, King passa dal sopravvivere con il modesto stipendio di insegnante da 6000 dollari l'anno a guadagnare milioni con i diritti d'autore e i diritti cinematografici.

E' in questo periodo di crescente successo che la madre di King muore di cancro. Stephen va così incontro a seri problemi di dipendenza da alcol e droga, arrivando addirittura a pronunciare il discorso di addio al funerale della madre da ubriaco. La sua tossicodipendenza viene a lungo sottovalutata, perché non incide minimamente nella sua resa lavorativa, e solo nel 1987 l'intervento di familiari e amici dà inizio al difficile processo di disintossicazione, che durerà oltre un anno.
Gli anni Ottanta consacrano ulteriormente Stephen King come una vera star della cultura pop.




L'incidente

Nell'estate del 1999, lasciato nel cassetto il romanzo Buick 8, King riprende il saggio sulla scrittura, On Writing: Autobiografia di un mestiere, iniziato a fine 1997 e accantonato nei primi mesi del 1998, con l'intenzione di finirlo entro l'estate.
È il 18 giugno quando scrive la parte principale del saggio, Sullo scrivere.

Il pomeriggio del 19 giugno, dopo aver accompagnato all'aeroporto il figlio Owen, intorno alle sedici intraprende la sua consueta camminata di sei chilometri nei dintorni di Center Lovell, nel Maine occidentale, per un tratto lungo la Route 5, la strada asfaltata che collega Bethel e Fryeburg. E' lì che Bryan Smith, quarantaduenne con precedenti in alcuni incidenti stradali, alla guida di un minivan Dodge blu, distratto dal suo rottweiler Bullet, saltato sul sedile posteriore attratto da un frigo portatile che contiene della carne, investe lo scrittore che sta camminando sul ciglio della strada.

Trasportato al Northern Cumberland Hospital di Bridgton, viene poi trasferito in elicottero al Central Maine Medical Center di Lewiston, a causa dei gravi traumi subiti: polmone destro perforato; gamba destra fratturata; colonna vertebrale lesa in otto punti; quattro costole spezzate; lacerazione del cuoio capelluto. Viene dimesso dall'ospedale il 9 luglio, dopo tre settimane dal ricovero.
Dopo aver accettato inizialmente le scuse dell'investitore, King decide di denunciarlo per fargli ritirare la patente. La moglie Tabitha ha poi acquistato il minivan, che è finito dallo sfasciacarrozze: temeva che finisse all'asta su ebay.
Le sette operazioni chirurgiche necessarie per essere rimesso in sesto e la lunga e dolorosa convalescenza interrompono la proverbiale disciplina dello scrittore, non più in grado di lavorare quattro ore ogni mattina per scrivere ogni giorno 2500 parole.



Anni duemila

Nel 2000 King pubblica su internet una storia a puntate, The Plant. Un progetto che resta incompiuto, anche per il fatto che molti scaricano i capitoli senza pagarli.
Nel 2002 annuncia sulla rivista Entertainment Weekly, per la quale fino al 2003 scrive la rubrica The Pop of King, di voler smettere di pubblicare, ma non forse di scrivere.
Nell'ottobre del 2005 King firma per la Marvel Comics una trasposizione a fumetti della serie La Torre Nera intitolata La nascita del pistolero. La serie è diretta da Robin Furth, illustrata da Jae Lee e con dialoghi di Peter David, e prende le mosse dall'adolescenza di Roland, il futuro pistolero di Gilead. Negli Usa vende subito oltre 200mila copie. In Italia la serie viene pubblicata dall'agosto 2007.



Il 2 ottobre 2007 King pubblica Blaze, un romanzo scritto negli anni Settanta sotto lo pseudonimo di Richard Bachman e rispolverato 30 anni dopo. .
Il 13 novembre 2012 è uscito un altro volume legato alla serie La Torre Nera, intitolato La leggenda del vento (The Wind Through The Keyhole) inserito negli eventi temporali tra il quarto e il quinto volume.Il 4 giugno 2013 è uscito negli Usa Joyland, in contemporanea con l'Italia.

Il 20 settembre dello stesso anno esce Doctor Sleep, una sorta di sequel di Shining con un Danny Torrance adulto come protagonista. Per l'occasione il Re ha fatto un tour promozionale in Europa (Francia e Germania).




Nel 2014 ha debuttato il primo volume della trilogia di Mr. Mercedes, presto diventata una serie televisiva prodotta da David E. Kelly (2017) .

Il 10 settembre 2015 King ha ricevuto dal Presidente Obama la National Medal of Arts. Presto sarà a lui intitolata anche una cattedra all'Università del Maine di Orono.

Lo Zio è' tornato nel 2015 con una nuova antologia, Il bazar dei brutti sogni, vittoriosa agli Shirley Jackson Awards.



Il 24 settembre 2016 King ha aperto il National Book Festival alla Library of Congress, annunciando che inizierà la stesura del terzo capitolo della saga del Talismano a febbraio 2017, insieme all'amico storico Peter Straub.

Il 7 novembre 2016 Stephen King ha presentato alla University of Maine di Orono una raccolta di saggi intitolata Hearts in Suspension; un volume in cui ripercorre i turbolenti anni in cui era matricola al college, nel pieno delle rivoluzioni sociali e delle proteste contro la guerra del Vietnam.

Il 26 settembre 2017 è uscito negli Stati Uniti Sleeping Beauties, primo romanzo scritto a quattro mani col figlio Owen, edito in Italia da Sperling & Kupfer il 21 novembre.

In occasione dell'anteprima della proiezione del film della Torre Nera lo Zio ha rivelato che è già in programma la pubblicazione di un suo nuovo libro nel 2018, dovrebbe intitolarsi The Outsider.









[fonte parziale, rielaborata e aggiornata dall'autore di questo blog: Wikipedia]

Nessun commento:

Posta un commento