12 marzo 2014

CARRIE - 1974

Titolo originale: Carrie

Prima edizione Usa: Doubleday 1974

Prima edizione italiana: Sonzogno 1977

Traduzione italiana: Brunella Gasperini


TRAMA  E' il primo romanzo che King riesce a farsi pubblicare. Carrie White, la protagonista, è una liceale che vive in una cittadina del Maine con una madre ossessionata dalla religione. Goffa, solitaria, vittima degli sberleffi dei suoi coetanei, Carrie scopre di avere poteri telecinetici, poteri che si erano già manifestati all'età di tre anni, dopo il primo choc della sua vita. Un giorno, l'innocente e sbeffeggiata Carrie userà il suo potere e ovunque sarà distruzione e morte.






CURIOSITA'
- il professore d'inglese di Carrie alle elementari si chiama Edwin King (Edwin è il secondo nome di King)
- Carrie White nel romanzo compie gli anni il 21 settembre, lo stesso giorno di King
- un residente di Chamberlain si chiama Edward Cantor, come il nome intero di Eddie della Torre Nera: Edward Cantor Dean
- a King il libro non piaceva, ma sua moglie Tabitha lo recuperò e lo propose alla Doubleday
- la madre di Carrie lavora in una lavanderia Blue Ribbon, che ritroviamo nominata nel racconto 'Il compressore' (A volte ritornano) e nel romanzo 'Uscita per l'inferno'
- la storia di Carrie ha ispirato il fumettista Pasquale Ruju per l'albo n.135 di Dylan Dog, 'Scanner'


Opinioni personali Credo che se questo libro uscisse oggi risulterebbe ancora attuale, anche se nei primi anni '70 deve aver colpito molto di più il pubblico di quanto farebbe oggi, forse. La storia è coinvolgente e i personaggi accattivanti. Il lettore non potrà fare a meno di provare una forte empatia verso la sfortunata protagonista. Un esordio sorprendente, per un giovane King.  
QUI LA MIA ANALISI
VOTO: 7+

Nessun commento:

Posta un commento