23 marzo 2014

MISERY - 1987

Titolo originale: Misery

Prima edizione Usa: Viking 1987

Prima edizione italiana: Sperling&Kupfer 1988

Traduzione: Tullio Dobner


TRAMA  Paul Sheldon, un celebre scrittore, dopo un incidente d'auto, viene sequestrato in una casa isolata del Colorado da una sua fanatica ammiratrice. Affetta da gravi turbe psichiche, la donna non gli perdona di avere "eliminato" Misery, il suo personaggio preferito, e gli impone, tra terribili sevizie, di "resuscitarla" in un nuovo romanzo. Paul non ha alternative, rendendosi conto che a volte la salvezza può essere peggio della morte...






CURIOSITA'
- nel romanzo compare la sua prima macchina da scrivere, una Underwood che perde alcune lettere
- c'è un piccolo riferimento a 'Shining'
- doveva essere un lavoro di Bachman, dopo 'L'occhio del male'
- in origine doveva essere un racconto intitolato 'The Annie Wilkes Edition', in cui Annie obbligava Paul a scrivere un romanzo, lo uccideva e rilegava il libro con la sua pelle

Opinioni personali  Qui è trattato in modo unico e originale il problema della paura degli scrittori di grido verso i propri fan più accaniti. Il romanzo è veramente accattivante e pieno di suspense, nonostante la location statica. Ammirevole lo sforzo di inserire un romanzo nel romanzo, infatti nel libro sono riprodotte le pagine del libro che Paul sta riscrivendo, una storia ottocentesca in stile vittoriano; un esercizio di stile encomiabile.  
VOTO: 7,5

Nessun commento:

Posta un commento