10 aprile 2014

BLAZE - 2007

Titolo originale: Blaze

Prima edizione Usa: Scribner 2007

Prima edizione italiana: Sperling&Kupfer 2007

Traduzione italiana: Tullio Dobner


TRAMA    Clayton Blaisdell Jr, detto 'Blaze', è un gigante col cervello di un bambino. Un balordo, più che un delinquente, finchè non ha incontrato George Rackley, uno furbo col quale ha formato una coppia strana ma affiatata. Hanno un'idea: fare soldi sequestrando il figlio di alcuni ricchi possidenti, i Gerald, il cui erede ancora poppante, Joe IV, vale milioni. Studiato il piano, i due entrano in azione una gelida notte di gennaio: Blaze il braccio, George la mente. Il problema è che George... è morto da tre mesi. Di chi è allora la voce che parla dentro la testa di Blaze e gli sufggerisce le mosse? Un fantasma? E perchè lo spinge a fare cose che lui non farebbe mai? Blaze fugge col bimbo per i boschi innevati lasciandosi dietro una terribile scia di sangue, cercando di sfuggire a quella voce aliena più che alla polizia...



CURIOSITA'

- uscito in Italia prima nelle edicole a ottobre con Repubblica-L'Espresso, e solo un mese dopo nelle librerie, con in appendice abbinato il racconto 'Torno a prenderti'
- la Sperling pubblicò nel 2008 il racconto Torno a prenderti in un volume singolo tascabile
- scritto con lo pseudonimo di Bachman nei primi anni Settanta e venuto alla luce solo trent'anni dopo






Opinioni personali  Una storia a tratti comica e spesso anche tenera e tristissima, con un protagonista negativo bizzarro: è il classico tontolone forzuto senza cervello che delinque goffamente; un tipo umano tutto da studiare. La storia, nonostante non sia tra quelle più esaltate, mi è piaciuta molto. Lascia un po' di tristezza nel cuore, ma merita.  
      VOTO: 7

Nessun commento:

Posta un commento