8 aprile 2014

CELL - 2006

Titolo originale: Cell

Prima edizione Usa: Scribner 2006

Prima edizione italiana: Sperling&Kupfer 2006

Traduzione: Tullio Dobner


TRAMA  Boston. Un bel pomeriggio di sole. Per Clayton Riddel è il più bel giorno della sua vita, ma in un istante il mondo finisce. Tutte le persone che hanno un cellulare all'orecchio impazziscono improvvisamente, regredendo a uno stadio di belve feroci. Un impulso irradiato dai telefoni distrugge il cervello, azzerando la mente. In poche ore la civiltà è annientata. In giro impazzano persone prive della parola, e che poi mutano, e si organizzano. Clayton, percorrendo di notte le città svuotate insieme ad altri scampati come lui, ha un unico pensiero: ritrovare la moglie e il figlio che sono rimasti nel Maine, soli e... in balia di un telefonino.



CURIOSITA'
- nel 2005 uscì su Amazon "The Pulse", promosso come il capitolo iniziale di quello che sarebbe diventato il nuovo romanzo Cell 

Opinioni personali  Sarò chiaro: è il peggior romanzo in assoluto di Stephen King. La narrazione delle prime pagine è quasi imbarazzante dal punto di vista stilistico, con personaggi che sembrano stereotipi di film dell'orrore da seconda serata. E anche la storia non si evolve granchè. Se questo libro doveva essere un omaggio agli zombie di Romero e Matheson, bè... non è davvero all'altezza. Nonostante la storia si riprenda un po' nel finale, il mio voto è bassissimo
VOTO: 4

Nessun commento:

Posta un commento