11 aprile 2014

DUMA KEY - 2008

Titolo originale: Duma Key

Prima edizione Usa: Scribner 2008

Prima edizione italiana: Sperling&Kupfer

Traduzione italiana: Tullio Dobner


TRAMA  Dopo che una gru si abbatte sul suo pick-up, Edgar Freemantle vede la sua vita stravolta. Devastato nel fisico, e non solo, prima cerca di accoltellare la moglie e poi di strangolarla con la mano sinistra (l'altra l'ha persa con tutto il braccio destro nell'incidente). Una volta ristabilito, lascia le sue proprietà alle figlie e alla moglie, che divorzia da lui, e si stabilisce sulla costa della Florida, a Duma Key, dove affitta una villa rosa sulla spiaggia. Proprietaria della zona è Elizabeth Eastlake, una signora anziana non del tutto lucida che avverte Edgar di un grave pericolo che lo minaccia. Intanto Edgar scopre di avere doti spiccate nella pittura: i quadri che dipinge rivelano un talento eccezionale. E proprio quando la sua vita sembra ricomporsi, grazie al sostegno della comprensiva moglie e delle due figlie, il passato di Elizabeth viene a intromettersi nella vita di Edgar.


CURIOSITA'
- il cognome del protagonista (Freemantle) ricorda quello dellla Mamma Abigail dell'Ombra dello Scorpione
- l'isola di Duma è ispirata a Casey Key (Florida), località in cui King possiede una villa dove si trasferisce d'inverno
- nel 2006 apparve su Tin House il racconto "Memory", che venne a costituire poi una parte del romanzo Duma Key

Opinioni personali   Ancora una volta un personaggio in una casa solitaria, stavolta immersa nei paesaggi paradisiaci delle coste della Florida. Una storia che intreccia il sovrannaturale con la psicologia di un uomo ditrutto nel fisico e nel morale. Spesso commovente, come solo il Re sa essere. Un altro bel romanzo che rimarrà tra i più ricordati di Stephen King.
VOTO: 7,5

Nessun commento:

Posta un commento