4 settembre 2014

La mia Flop Five

I 5 libri di Stephen King che ho meno amato



1. Cell

Il peggior romanzo di King secondo me. Una storia che doveva essere un omaggio agli zombie di Matheson e Romero, ma che non è all'altezza. Stile narrativo a tratti imbarazzante; personaggi banali, scontati e stereotipati: sembrano usciti da uno splatter di seconda serata. La trama non ha uno sviluppo molto dinamico e vivo, e il finale... è molto (troppo) criptico, a mio modo di vedere.







2. La bambina che amava Tom Gordon

La situazione iniziale prometteva bene: una bimba sperduta in un bosco, di notte... Come nelle vecchie fiabe. E poi? Niente di che, si arriva in fondo al romanzo aspettando che da un momento all'altro accada qualcosa che spezzi l'impasse, ma si resta ahimè delusi. Raro caso in cui il finale, a mio avviso, contava molto.








3. I Vendicatori

Un caos di avvenimenti la cui natura non è ben chiara. Molto violento, d'altra parte è scritto con lo pseudonimo di Bachman, solo che non l'ho trovato affatto all'altezza dei primi Bachman. Voleva essere una storia folle? Bè, è esattamente così.









4. Buick 8

Qui la storia non c'è, il discorso è semplice. Tutto ruota attorno a questa misteriosa auto che inghiotte tutto e sputa oggetti da un altro mondo. I personaggi non mi sono dispiaciuti, ma anche qui la trama non sembra condurre da nessuna parte. Non disprezzo le chiacchierate fini a se stesse, a patto però che siano ben intessute e incuriosiscano.







5. Doctor Sleep

Troppa attesa per quello che era stato presentato come il sequel di Shining, ma non si avvicina nemmeno un po' al romanzo del '77. Storia che poteva essere originale, ma i cattivi sembrano un po' troppo buoni, a volte. Mentre la ragazzina che possiede lo shine come Danny Torrance mette molta più soggezione. La soluzione finale sembra messa lì in fretta e furia, tanto per farla finita: una delle più brutte battaglie tra il Bene e il Male.





Tra gli altri libri che ho meno nel cuore, e che non saprei in che ordine classificare, ci sono L'acchiappasogni (spassoso, ma non una pietra miliare), Rose Madder (che nonostante la tematica non mi ha impressionato), Desperation (poteva fare di meglio), Insomnia (poco accattivante, senza mordente) e L'incendiaria, che forse poteva essere accorciato.

6 commenti:

  1. Chiara kausalya leggio31 dicembre 2014 18:01

    Non ne ho letto ancora nemmeno uno di questi. Quindi la mia classifica è differente e ne contempla solo uno!Colorado Kid :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora attendo che li legga ;-) Poi mi dirai...

      Elimina
  2. a me la bambina che amava tom Gordon non è dispiaciuto, ma è una considerazione personale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari dopo la seconda lettura le mie classifiche subiranno dei cambiamenti, chissà... ;-)

      Elimina
  3. il libro che mi è piaciuto meno è cose preziose troppo farraginoso e pure duma key ha il medesimo difetto, joyland mi è piaciuto poco, mentre cell e doctor sleep li ho trovati abbastanza buoni. non capolavori ma mi hanno divertito

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In Cose preziose King si cimenta in uno dei suoi tipici romanzi con mille personaggi, tipo The dome, può capitare di perdersi. Joyland e Duma Key non mi sono dispiaciuti, mi hanno emozionato pur non essendo dei capolavori.

      Elimina