10 giugno 2016

Trame e curiosità di tutte le opere


SLEEPING BEAUTIES - 2017


TRAMA Cosa accadrebbe se le donne scomparissero dal mondo degli uomini? Mentre vanno a dormire, tutte le donne vengono avvolte da una sorta di garza che fa da bozzolo. Se svegliate, diventano terribilmente violente. Una donna, però, la misteriosa Evie, è immune a questa specie di malattia del sonno. E' un soggetto anomalo da studiare o un demone da eliminare?

Romanzo scritto in collaborazione col figlio Owen

Cover Usa
IN USCITA NEGLI USA 
IL 26 SETTEMBRE










FINE TURNO - 2016

Titolo originale: End of Watch

Traduzione italiana: Giovanni Arduino


TRAMA La trilogia di Hodges giunge al suo atto finale. Il serial killer Brady Hartsfield è rinchiuso nella sua stanza d'ospedale, ma è in grado di indurre le persone a suicidarsi, e mira a diffondere un'epidemia di morte in tutta la città. Il detective Bill Hodges e i suoi aiutanti dovranno tentare di fermarlo.







CURIOSITA'
- La stanza d'ospedale in cui è ricoverato Brady è la n. 217, stesso numero della camera degli orrori di Shining
- Una piazza porta il nome di uno dei compagni di Roland Deschain: Algood 
- si cita la canzone Dont' Fear The Reaper, colonna sonora della miniserie tv L'ombra dello scorpione di Garris


Opinioni personali  Quanto a godibilità e suspense credo sia il migliore della trilogia di Hodges. Ma il punto di forza di questa storia non credo sia la trama, bensì lo sfondo su cui questa si snoda, quello dell'America in crisi economica e dove l'individuo è più fragile e solo nonostate internet e i social network. 

VOTO: 7


IL BAZAR DEI BRUTTI SOGNI - 2015

Titolo originale: The Bazaar of Bad Dreams

Traduzione italiana: Giovanni Arduino, Chiara Brovelli, Alfredo Colitto, Christian Pastore

Una serie di 20 storie che sondano tutte le sfaccettature emotive. Un uomo che rivive all'infinito la stessa vita, un'auto assassina, un bambino che uccide, anziani giudici che prevedono la morte, uno sceriffo alle prese con un caso delicato e anche una storia post-apocalittica. Chi più ne ha più ne metta...








CURIOSITA'
- Nel racconto Miglio 81 si cita la serie a fumetti Locke&Key del figlio di King, Joe Hill, e il film Christine-La macchina infernale; nella versione in e-book del 2011 al posto di Locke&Key era nominato American Vampire
- il direttore del carcere del racconto Il bambino cattivo fa di cognome Toomey, come il Craig Toomey de I Langolieri (Quattro dopo mezzanotte)
- Nora (nel racconto Morale) cita in un'occasione "il poliziotto della biblioteca" (titolo di una storia di Quattro dopo mezzanotte); e il cognome di Nora è Callahan (come il prete di Salem)
- in Ur tornano i misteriosi Uomini bassi della Torre Nera...
- L'anziana Pauline di Herman Wouk è ancora vivo fa di cognome Enslin, come lo scrittore del racconto 1408 di Tutto è fatidico; mentre il cognome del marito Phil è Henreid, che ricorda quello del Lloyd de L'ombra dello scorpione
- In Giù di corda Billy beve una Nozzy, che sarebbe la bevanda presente nel mondo della Torre Nera (Nozz-A-La)
- In Blocco Billy King ha inserito se stesso nel ruolo di un cronista; e William Blakely porta il numero 19 sulla maglia (in questa raccolta il 19 è sparso un po' qua e là come il prezzemolo...)
- in Fuochi d'artificio ubriachi ritroviamo il noto sceriffo Andy Clutterbuck (La metà oscura, Cose preziose, La storia di Lisey), e si citano il TR-90 e Chester's Mill (la città di The Dome)



ADATTAMENTI Drunken Fireworks (Fuochi d'artificio ubriachi) diventerà un film, con protagonista James Franco

VOTO: 8,5

I 20 racconti:

Miglio 81
Premium Harmony
Una rissa per Batman e Robin
La duna
Il bambino cattivo
Una morte
La chiesa d'ossa
Morale
Aldilà
Ur
Herman Wouk è ancora vivo
Giù di corda
Blocco Billy
Mister Yummy
Tommy
Il piccolo dio verde dell'agonia
Quell'autobus è un altro mondo
Io seppellisco i vivi
Fuochi d'artificio ubriachi
Tuono estivo



CHI PERDE PAGA - 2015

Titolo originale: Finders Keepers

Traduzione italiana: Giovanni Arduino

TRAMA
Narra la storia di Morris Bellamy, un lettore ossessionato da uno scrittore, John Rothstein, che ha creato un personaggio popolare, Jimmy Gold, ma che ha smesso di pubblicare romanzi. Morris, furioso, compirà un terribile delitto e ruberà un libro segreto, che nasconderà. Morris verrà arrestato per altri reati, e anni dopo un ragazzo di nome Pete Saubers ritroverà il 'tesoro' nascosto da Morris. Compito di Bill Hodges e dei suoi amici (Holly e Jerome) sarà di difendere Pete dal vendicativo Bellamy, dopo che sarà uscito di prigione.



CURIOSITA'
- Gli eredi dell'agenzia immobiliare dove lavora Tom Saubers sono i fratelli Reardon, stesso cognome della Joyce Reardon delle serie tv Rose Red
- Il compagno di cella di Morris fa di cognome Allgood, come uno dei fidati amici di Roland Deschain, il pistolero della Torre Nera
- si cita un elenco di scrittori famosi, tra cui un certo Brautigan, nome che ricorda il frangitore della Torre Nera (presente anche in un racconto di Cuori in Atlantide)
- La stanza d'ospedale in cui è ricoverato Brady Hartsfield è la n.217 (come quella di Shining)
- si cita il film Le ali della libertà, tratto dal racconto Rita Hayworth e la redenzione di Shawshank


Opinioni personali  Ottima prova d'intrattenimento del Nostro, che intesse una buona trama ricca nel finale di suspense. I libri che parlano di libri li ho sempre adorati. Qui King ha portato all'estremo l'amore che un lettore può avere per il suo scrittore preferito, perdendo il senso del confine tra realtà e fantasia. Una storia perfetta per chi sa cosa significhi amare la lettura...

VOTO: 7




REVIVAL - 2014

Titolo originale: Revival

Traduzione italiana: Giovanni Arduino

TRAMA: Più di cinquant'anni fa, presso una cittadina del New England, il nuovo reverendo Jacobs conquista la fiducia di tutti i suoi parrocchiani, specialmente quella del piccolo Jamie. Ma dopo alcuni anni una tragedia si abbatte sul pastore, e la sua fede in Dio è messa in discussione. Trent'anni dopo Jamie s'imbatterà nuovamente in Charles Jacobs. I due suggelleranno un patto terribile... Una storia che si preannuncia tra le più inquietanti del Re.






CURIOSITA'
- Duane Robichaud ha tra i suoi avi la Helen Robichaud del racconto 'L'uomo vestito di nero'?
- Sulla fiancata di un'auto che il padre e il fratello di Jamie sistemano c'è il numero 19
- si cita spesso Castle Rock
- Jacobs dice di aver lavorato a Joyland (torna anche il termine 'bifolchi' usato nel romanzo omonimo del 2013)
- di sfuggita avrete notato l'espressione 'perdenti', usata in It
- c'è una band che si chiama Bob Seger & the Silver Bullet Band, che ricorda il film tratto da Unico indizio la luna piena "Silver Bullet"
- Norm invita Jamie a far parte di un gruppo che all'inizio si chiamava "The Gunslingers", ovvio richiamo ai pistoleri della Torre Nera

ADATTAMENTI  Il regista Josh Boone ha in progetto la realizzazione di un film con Russell Crowe

Opinioni personali  Mi ha conquistato fin dalla prima pagina. Raramente lo Zio ha raccontato una storia che attraversa così tante epoche diverse. Nelle esperienze del protagonista si scorge molto della biografia di King. La folle ricerca del reverendo Jacobs vi conquisterà, in una narrazione che cresce lentamente d'intensità, fino ad arrivare al finale sconvolgente e spiazzante.
VOTO: 8




MR. MERCEDES - 2014

Titolo originale: Mr. Mercedes

Traduzione italiana: Giovanni Arduino

TRAMA  All'alba di un giorno qualsiasi una lunga coda di persone è in attesa davanti a un ufficio di collocamento. All'improvviso piomba su di loro a tutta velocità una Mercedes grigia, uccidendo decine di persone. Il killer fugge e non sarà mai trovato. Un anno dopo, Bill Hodges, detective in pensione, riceve un messaggio dal misterioso Mr. Mercedes, che lo sfida a rintracciarlo prima che compia una nuova strage. Inizia quindi un'incalzante caccia all'uomo.




CURIOSITA' 
- si cita la strage di Columbine, che venne associata al romanzo Ossessione, ritirato anni fa dal mercato
- c'è un riferimento a una certa... macchina infernale
- un personaggio nomina la serie tv tratta da It della Warner Bros.

ADATTAMENTI  Uscirà a fine 2017 una serie tv della Sonar tratta da questo libro, con Brendan Gleeson e Harry Treadaway

Opinioni personali  Giudizio abbastanza positivo. Anche quando scrive gialli, King si dimostra un abile narratore, un maestro della suspense, nonostante la prevedibilità di alcune scene e un finale un po' deludente. Il serial killer della Mercedes è una delle figure più nere e oscure create dalla mente del Re, e la cosa più spaventosa è proprio la possibilità che esista realmente, che si possa leggere di lui sui quotidiani che compriamo in edicola.

VOTO: 6/7



DOCTOR SLEEP - 2013

Titolo originale: Doctor Sleep

Traduzione italiana: Giovanni Arduino

TRAMA  Perseguitato dalle visioni dello 'shining' e dai fantasmi dell'Overlook Hotel, Dan ha vagabondato per decenni. Una vita passata a cercare di liberarsi di un'eredità paterna fatta di alcolismo e depressione. Ora è riuscito a mettere radici in una cittadina del New Hampshire, dove ha trovato lavoro in un ospizio in cui il suo dono regala ai pazienti il conforto finale. Aiutato da un gatto che vede il futuro, Torrance diventa Doctor Sleep, il Dottor Sonno. Poi Dan incontra l'evanescente Abra Stone, il cui dono riporta in vita i demoni di Dan. Presto si accorgerà che si tratta di esseri quasi immortali che si nutrono del calore dello shining. Uno scontro tra il bene e il male. Un romanzo che terrorizza, affascina ed emoziona.



ADATTAMENTI  Lo sceneggiatore della Torre Nera Akiva Goldsman pare si occuperà anche del film tratto da Doctor Sleep


Opinioni personali  Vi dirò: non mi è piaciuto. Soprattutto la prima parte, lenta e inconsistente: arriva al punto troppo tardi. E poi non è un vero e proprio sequel, si racconta solo di che fine ha fatto Danny da adulto, e di questa lotta 'mentale' coi fantasmi del suo passato. Mi ha deluso molto anche il finale, che promette scintille e poi... niente di che.

VOTO: 6+


JOYLAND - 2013

Titolo originale: Joyland

Traduzione italiana: Giovanni Arduino

TRAMA  Estate 1973, Carolina del Nord. Devin Jones è uno studente universitario squattrinato e col cuore in frantumi, perchè la sua ragazza l'ha tradito. Per dimenticarla e guadagnare qualche soldo, accetta un lavoro in un luna park. Arrivato al parco diveritmenti viene accolto da un singolare gruppo di personaggi: dalla vedova Shoplaw che gli affitta una stanza ai due coetanei Tom ed Erin, studenti in bolletta come lui.; dall'ultranovantenne proprietario del parco al burbero responsabile del Castello del Brivido. Ma Dev scopre che il luogo nasconde anche un terribile segreto: nel Castello regna il fantasma di una ragazza orrendamente uccisa quattro anni prima. Devin dovrà così combattere il male che minaccia il paese, e difendere la donna di cui nel frattempo si è innamorato.

CURIOSITA'
- E' il secondo romanzo scritto da Stephen King per Hard Case Crime, collana di gialli hardboiled. Il primo era stato 'Colorado Kid'

Opinioni personali  Bello. Bello. Bello. E triste, tanto triste. La storia del fantasma della ragazza uccisa a Joyland fa solo da sfondo, giusto per dare un pizzico di brividi in più. Ma a colpirmi è stato il resoconto nostalgico e malinconico del protagonista, che ripercorre un'estate della sua giovinezza ricordando in modo struggente e disincantato il suo primo amore giovanile fallito. Una storia che è un vero viaggio emozionale.

VOTO: 8+



LA LEGGENDA DEL VENTO - 2012

Titolo originale: The Wind Through the Keyhole

Traduzione italiana: Tullio Dobner

TRAMA   Quando lo starkblast, una tempesta di vento gelido che trasforma in statua di ghiaccio tutto ciò che incontra, infuria, solo tre cose possono salvarti: pareti solide, un focolare e una buona storia che scaldi il cuore. E se il narratore è Roland, il racconto è pura magia. Sorpresi dalla tormenta, Roland e i suoi compagni trovano rifugio in un villaggio abbandonato. Barricati nell'unico edificio sicuro, aspettano l'alba ascoltando affascinati due storie incastonate l'una nell'altra. La prima è un episodio della giovinezza di Roland, quando fu mandato dal padre ai confini del territorio ad affrontare un mutante che aveva lasciato dietro di sè una lunga scia di sangue; la seconda è la vicenda fantastica che Roland, ancora piccolo lui stesso, raccontò al piccolo Bill, unico testimone di quelle stragi. Mentre l'assassino si aggirava nell'omba e il vento fuori ululava, Roland, per far coraggio al bambino, ritrovò una fiaba sepolta nella sua memoria, una storia che l'aveva cullato anni prima, e usata da sua madre per farlo addormentare. Una vera leggenda.

CURIOSITA'
E' una storia della Torre Nera, un momento slegato dalla saga, leggibile a parte. L'episodio è collocabile tra il 4° e il 5° volume.


Opinioni personali  Storia bellissima e molto suggestiva, pur nella sua semplicità. Un King in stile fiabesco ci porta in luoghi magici, tra draghi, chiavi misteriose e venti assassini. Un bellissimo ritorno alle atmosfere dark-fantasy del Medio-Mondo, dalle quali non ci si vorrebbe mai allontanare...


VOTO: 7



22/11/'63 - 2011

Titolo originale: 11/22/'63

Traduzione italiana: Wu Ming 1


TRAMA  Jake Epping è un tranquillo professore di Lisbon Falls, e il suo posto prediletto per fare due chiacchiere è la tavola calda di Al. Che ha un segreto: la dispensa in realtà è un passaggio temporale che conduce nel 1958. Jake ne è sconvolto, ma non riesce a non farsi coinvolgere dall'ossessione dell'amico Al che, ormai malato gravemente, chiede a Jake di sfruttare l'occasione della sua vita e fermare Oswald, il 22 novembre 1963. E impedire così l'omicidio del Presidente Kennedy a Dallas. Jake s'inoltrerà nel passato sotto le vesti di George Amberson, nel mondo di Elvis e James Dean, un mondo dove conoscerà l'amore sovvertendo tutte le regole del tempo. Fino a cambiare il corso della storia.


CURIOSITA'

Jake, nel suo primo viaggio nel passato, incontra a Derry due ragazzini già conosciuti: Beverly Marsh e Richie Tozier (It)
 - quando Jake torna nel presente alternativo scopre che le radiazioni che devastano il Maine sono dovute all'esplosione di una centrale nucleare avvenuta il 19 giugno 1999, stessa data dell'incidente di King
- il finale del libro è stato suggerito a King dal figlio Joe; a questo link del sito ufficiale di King potete leggere in inglese la versione originaria: StephenKing.com: Alternate Ending

ADATTAMENTI  Nel 2016 è uscita la serie tv di J.J. Abrams con James Franco

Opinioni personali  Mi ha sorpreso positivamente, non mi aspettavo di immergermi in uno dei migliori romanzi di King di sempre. Sembra che tutto sia in armonia, dai personaggi allo sviluppo della trama. La storia d'amore tra Sadie e Jake che sta sullo sfondo è tenerissima;  a mio giudizio i momenti puramente descrittivi non rallentano la narrazione spezzando la suspense, ma arricchiscono la storia di forti contenuti umani. E poi la missione di Jake, impedire a Oswald di uccidere Kennedy, rimane in sospeso fino all'ultimo. Per me un gran romanzo.

VOTO: 9




NOTTE BUIA, NIENTE STELLE - 2010

Titolo originale: Full dark, no stars

Traduzione italiana: Wu Ming 1


Un uomo che uccide la moglie e la getta in un pozzo; una scrittrice di gialli che viene stuprata e medita vendetta; un bancario malato di cancro che incontra il Diavolo e stipula un patto che rovinerà la vita del suo migliore amico, reo di avergli rubato la ragazza da giovane; una donna che scopre che suo marito ha un segreto terribile: riuscirà a fare finta di nulla? Quattro storie nerissime che parlano di donne uccise e seviziate. Stephen King ancora una volta esplora la psicologia dell'altra metà del cielo. Donne costrette a subire soprusi ai quali non accettano sottostare.




CURIOSITA'

- E' tradotto in italiano per la prima volta da Wu Ming 1
- in uno dei racconti viene menzionata la band 'Bachman-Turner Overdrive' da cui deriva il cognome dello pseudonimo di King


ADATTAMENTI  Da questa raccolta sono stati tratti due film per la Tv: Big Driver (2014), tratto da Maxicamionista, e A Good Marriage (2014) ispirato a Un bel matrimonio. Anche 1922 sarà a breve adattato e distribuito da Netflix

Opinioni personali   Questi racconti sono vera e propria letteratura, di quella alta. Un'esplorazione cinica della psiche umana. Assistiamo a persone che si trovano in situazioni estreme, e che non sempre agiscono nel modo giusto. King ha raggiunto in questa raccolta livelli altissimi, con quattro storie che definire diaboliche è poco.

VOTO: 8,5

I 4 racconti:

1922
Maxicamionista
La giusta estensione
Un bel matrimonio


THE DOME - 2009

Titolo originale: Under the dome

Traduzione italiana: Tullio Dobner

TRAMA  Una tiepida mattina d'autunno, all'improvviso, cala sulla cittadina di Chester's Mill una cupola trasparente, tranciando in due tutto ciò che incontra sul suo perimetro: cose, animali, persone. Come una lama invisibile. L'intera area, coi suoi duemila abitanti, resta intrappolata e isolata dal resto del mondo. L'ex marine Dale Barbara, detto 'Barbie', cerca insieme ad altri cittadini una via di scampo. Intanto, all'interno della Cupola si profila un'ulteriore divisione: quella tra gli onesti e i malvagi. Tra questi ultimi Big Jim Rennie, un politico senza scrupoli, che non si ferma davanti a nulla (nemmeno l'omicidio) pur di tenere in mano le redini del potere; al fianco di Big Jim, il figlio, che cova un segreto terribile. Ma tutti dovranno fare i conti con la Cupola, che sembra un ostacolo insuperabile. E il tempo è poco, e l'aria sta finendo. 



CURIOSITA'
- il protagonista e l'antagonista si chiamano Barbie e Big Jim, come gli omonimi giocattoli della Mattel
-  ritroviamo Julia Shumway, il cui articolo compariva al termine del racconto 'N.' (Al crepuscolo) sul Democrat
- Chester's Mill è considerata gemella di Tarker's Mill, paese in cui è ambientato Unico indizio la luna piena; sono chiamati Twin Mills-Mulini Gemelli 
- Claire, Sam e Joe McClatchey abitano al 19 di Mill Road; mentre Jackie Wettington e Linda Everett trovano un foglietto con su scritto 1693, la cui somma fa 19 ; Jim Rennie viene invece mandato nella stanza n.19 dell'ospedale dove gli curano la sua aritmia cardiaca ; compare su una maglietta il numero 9091, che sommato dà 19

ADATTAMENTI  Rai 2 ha trasmesso dal 2013 le 3 Stagioni della serie liberamente ispirata a questo romanzo

Opinioni personali  Un'autentica storia all'insegna della suspense. Un crescendo di colpi di scena inaspettati che tengono incollati al libro, la cui mole (un migliaio di pagine) si fa più leggera... La vasta gamma di personaggi e situazioni ricorda altri romanzi di King come 'L'ombra dello scorpione' o 'Cose preziose'. Una magistrale prova del Re, per una storia che ha il ritmo di una fiction televisiva.
VOTO:   


AL CREPUSCOLO - 2008

Titolo originale: Just after sunset

Traduzione italiana: Tullio Dobner

Tredici racconti che spaziano tra vari generi: un uomo scampato a una tragedia ritrova in casa oggetti dei suoi colleghi che erano stati polverizzati con loro nell'esplosione dell'ufficio; chi approfitta di un autostoppista sconosciuto per raccontare la sua crisi matrimoniale; una donna sequestrata da un sadico che vuole ucciderla... Ancora una volta il Re dimostra la sua abilità con il racconto breve.





CURIOSITA'
- nel racconto 'N.' viene riportato un articolo della giornalista Julia Shumway: la reporter che ritroveremo in The dome
- la prima edizione Sperling&Kupfer contiene un racconto incompleto di 6 pagine, 'Il gatto del diavolo'. Un errore di stampa a cui è stato rimediato solo dalla 3^ edizione. Il racconto completo termina con la parola "finire".
- 'Torno a prenderti' comparve per la prima volta nella prima edizione di Blaze (2007), e il personaggio di Charlie Pickering comparve già in Insomnia ('94)
- N. dice al Dr. Bonsaint che la metà di 3728 è 1864 e che la somma di 1, 8, 6 e 4 dà 19, "un numero potente"

ADATTAMENTI  I delitti del gatto nero è un film a episodi che contiene Il gatto nero, tratto da Il gatto del diavolo. E' in lavorazione una serie Tv ispirata al racconto Le cose che hanno lasciato indietro (The Things They Left Behind)

Opinioni personali  Non male come raccolta. Spicca 'N.', la storia di un uomo con manie ossessivo-compulsive che va in psicanalisi (presenta un chiaro riferimento a Lovecraft); in 'Le cose che hanno lasciato indietro' King torna su temi più attuali come la tragedia dell'11 settembre, riuscendo anche a commuovere il lettore.
VOTO: 7
I 13 racconti:

Willa
Torno a prenderti
Il sogno di Harvey
Area di sosta
Cyclette
Pomeriggio del diploma
Il gatto del diavolo
Il New York times in offerta speciale
Muto
Ayana
Alle strette



DUMA KEY - 2008

Titolo originale: Duma Key

Traduzione italiana: Tullio Dobner

TRAMA  Dopo che una gru si abbatte sul suo pick-up, Edgar Freemantle vede la sua vita stravolta. Devastato nel fisico, e non solo, prima cerca di accoltellare la moglie e poi di strangolarla con la mano sinistra (l'altra l'ha persa con tutto il braccio destro nell'incidente). Una volta ristabilito, lascia le sue proprietà alle figlie e alla moglie, che divorzia da lui, e si stabilisce sulla costa della Florida, a Duma Key, dove affitta una villa rosa sulla spiaggia. Proprietaria della zona è Elizabeth Eastlake, una signora anziana non del tutto lucida che avverte Edgar di un grave pericolo che lo minaccia. Intanto Edgar scopre di avere doti spiccate nella pittura: i quadri che dipinge rivelano un talento eccezionale. E proprio quando la sua vita sembra ricomporsi, grazie al sostegno della comprensiva moglie e delle due figlie, il passato di Elizabeth viene a intromettersi nella vita di Edgar.


CURIOSITA'
- per l'isola di Duma King si è ispirato a Casey Key (Florida), dove ha una casa da 25milioni di dollari in cui si tasferisce d'inverno
- nell'indirizzo e-mail di Edgar c'è il numero 19, cifra chiave della Torre Nera
- nel 2006 apparve su Tin House il racconto "Memory", che venne a costituire poi una parte del romanzo Duma Key 

Opinioni personali   Ancora una volta un personaggio in una casa solitaria, stavolta immersa nei paesaggi paradisiaci delle coste della Florida. Una storia che intreccia il sovrannaturale con la psicologia di un uomo distrutto nel fisico e nel morale. Spesso commovente, come solo il Re sa essere. Un altro bel romanzo che rimarrà tra i più ricordati di Stephen King.
VOTO: 7,5


BLAZE - 2007 


Titolo originale: Blaze

Traduzione italiana: Tullio Dobner

TRAMA    Clayton Blaisdell Jr, detto 'Blaze', è un gigante col cervello di un bambino. Un balordo, più che un delinquente, finchè non ha incontrato George Rackley, uno furbo col quale ha formato una coppia strana ma affiatata. Hanno un'idea: fare soldi sequestrando il figlio di alcuni ricchi possidenti, i Gerald, il cui erede ancora poppante, Joe IV, vale milioni. Studiato il piano, i due entrano in azione una gelida notte di gennaio: Blaze il braccio, George la mente. Il problema è che George... è morto da tre mesi. Di chi è allora la voce che parla dentro la testa di Blaze e gli sufggerisce le mosse? Un fantasma? E perchè lo spinge a fare cose che lui non farebbe mai? Blaze fugge col bimbo per i boschi innevati lasciandosi dietro una terribile scia di sangue, cercando di sfuggire a quella voce aliena più che alla polizia...

CURIOSITA'

- uscito in Italia prima nelle edicole a ottobre con la Repubblica-L'Espresso, e solo un mese dopo nelle librerie, con in appendice il racconto Torno a prenderti, pubblicato nel 2008 anche singolarmente dalla Sperlin, e inserito nella raccolta Al crepuscolo
- scritto con lo pseudonimo di Bachman nei primi anni Settanta e venuto alla luce solo trent'anni dopo







Opinioni personali  Una storia a tratti comica e spesso anche tenera e tristissima, con un protagonista negativo bizzarro: è il classico tontolone forzuto senza cervello che delinque goffamente; un tipo umano tutto da studiare. La storia, nonostante non sia tra quelle più esaltate, mi è piaciuta molto. Lascia un po' di tristezza nel cuore, ma merita.  
       VOTO: 7


LA STORIA DI LISEY - 2006

Titolo originale: Lisey's story

Traduzione italiana: Tullio Dobner

TRAMA  Lisey è stata sposata per anni con Scott Landon, scrittore famoso e strapagato. Un matrimonio felice con lui, uomo meraviglioso ma complicato, con un segreto importante, e che conosce una dimensione parallela proibita alla gente comune. Una dimensione a volte letale, piena di forze che possono uccidere, ma anche salvare. Il rifugio di un artista geniale, dove ci sono colline viola, mari al tramonto, ombre vaganti e... la 'pozza delle parole', cui attingere per creare. Ora, però, Scott non c'è più, e a Lisey tocca svuotare l'immenso studio del marito, pieno di manoscritti che farebbero gola a qualsiasi fan. Lisey dovrà stare in guardia da qualcuno, mentre si renderà conto di essere come una porta lasciata aperta su un altro mondo. Già intravede, negli specchi e nelle superfici lucide, l'essere che ha popolato gli incubi del marito, che ora viene per lei...


CURIOSITA'
 - tra i propri romanzi, è quello che King preferisce, perchè parla del rapporto di una coppia sposata
- il capitolo 'Lisey e il folle' apparve nel 2004 in una raccolta di autori vari in un'altra versione, col titolo "Lisey and the Madman
- il numero di targa della BMW di Lisey è 5761RD: 5+7+6+1=19; RD sono le iniziali di Roland Deschain, pistolero di Gilead

Opinioni personali   Molto intenso nella prima parte, dove si entra nel dolore profondo della protagonista che perde il marito tragicamente. Bella la sintonia tra Lisey e Scott, fatta di tante piccole cose quotidiane e di una sottile comprensione reciproca. Narrazione evidentemente di un King maturo.   
VOTO: 7,5


CELL - 2006

Titolo originale: Cell

Traduzione: Tullio Dobner

TRAMA  Boston. Un bel pomeriggio di sole. Per Clayton Riddel è il più bel giorno della sua vita, ma in un istante il mondo finisce. Tutte le persone che hanno un cellulare all'orecchio impazziscono improvvisamente, regredendo a uno stadio di belve feroci. Un impulso irradiato dai telefoni distrugge il cervello, azzerando la mente. In poche ore la civiltà è annientata. In giro impazzano persone prive della parola, e che poi mutano, e si organizzano. Clayton, percorrendo di notte le città svuotate insieme ad altri scampati come lui, ha un unico pensiero: ritrovare la moglie e il figlio che sono rimasti nel Maine, soli e... in balia di un telefonino.



CURIOSITA'
- nel 2005 uscì su Amazon "The Pulse", promosso come il capitolo iniziale di quello che sarebbe diventato il nuovo romanzo Cell
- viene nominato Charlie Ciù Ciù, il trenino del libro per bambini della Torre Nera

ADATTAMENTI  E' uscito in Italia nel 2016 il film con John Cusack e Samuel L. Jackson

Opinioni personali  Sarò chiaro: è il peggior romanzo in assoluto di Stephen King. La narrazione delle prime pagine è quasi imbarazzante dal punto di vista stilistico, con personaggi che sembrano stereotipi di film dell'orrore da seconda serata. E anche la storia non si evolve granchè. Se questo libro doveva essere un omaggio agli zombie di Romero e Matheson, bè... non è davvero all'altezza. Nonostante la storia si riprenda un po' nel finale, il mio voto è bassissimo.
 VOTO: 4


COLORADO KID - 2005

Titolo originale: The Colorado Kid

Traduzione: Tullio Dobner

TRAMA  La ventenne Stephanie McCann sta facendo uno stage di giornalismo presso il piccolo quotidiano di un'isoletta del Maine, dove si occupa di semplici amenità. Ma l'esame più importante deve ancora arrivare. E un solitario pomeriggio, i due anziani proprietari della testata (e unica forza lavoro) con la scusa di raccontarle un vecchio caso di cronaca l'avviluppano nelle spire di una vicenda inspiegabile ed intrigante. Una storia che parla di due tenaci reporter e di un cadavere chiamato Colorado Kid, una morte che forse era un omicidio, ma senza movente, senza alibi, con tempi impossibili e indizi assurdi. In venticinque anni gli interrogativi sono aumentati invece di diminuire. Riuscirà Stephanie a risolvere l'enigma?

CURIOSITA'
- si fa riferimento a una società di Boulder (Colorado) chiamata 'Overlook'

ADATTAMENTI  Nel 2010 è andata in onda la prima di 5 stagioni di Haven, che prende spunto da questo romanzo breve

Opinioni personali  Breve ma coinvolgente, intrigante nonostante questo caso di omicidio resti pieno di interrogativi insoluti. Qui King si cimenta nel genere dei gialli hardboiled, con una storia priva di elementi soprannaturali, ma con tanti misteri. La copertina lascia intendere che il ruolo della giovane Stephanie sia decisivo, ma personalmente non mi è parso così...  
VOTO: 6/7


LA TORRE NERA - 2004

Titolo originale: The Dark Tower

Traduzione italiana: Tullio Dobner

TRAMA  Ora la caccia alla Torre è finita. Roland di Gilead, insieme ai suoi compagni, è di fronte al suo destino. Susannah-Mia è stata trasprtata dal Dixie Pig di New York in una stanza degli orrori di Fedic, dove partorirà 'suo foglio'. Jake e Callahan sono entrati hanno fatto irruzione nel locale ad armi spianate per salvare la ragazza. Roland ed Eddie, con John Cullum, sono nel Maine del 1977, e iniziano a capire che il mondo che il mondo da cui stanno fuggendo è l'unico reale, in cui il tempo va solo avanti. Ora la ricerca è finita; ancora un passo e ci troveremo al cospetto della Torre, e sapremo finalmente cosa si cela nell'ultima stanza...



CURIOSITA'
- Uscì il 21 settembre 2004 (giorno del compleanno di Stephen King)


Opinioni personali  Dopo anni di attesa, arrivare in fondo a una saga è sempre un'emozione unica. L'ansia di arrivare alla fine, pagina dopo pagina, prende come non mai. Il volume è considerevole, ma si legge velocemente. Lascia stupiti vedere com'è diverso il Re Rosso da come me l'ero immaginato. Il finale, ovviamente, non ve lo anticipo, ma... vi do 'la mia parola in pegno' che è davvero diabolico...  
VOTO: 8


LA CANZONE DI SUSANNAH - 2004

Titolo originale: The Song of Susannah

Traduzione italiana: Tullio Dobner


TRAMA  Soltanto due Vettori reggono ora la Torre Nera, quando crolleranno il perno dell'universo salterà e le tenebre avvolgeranno tutto. Roland, l'ultimo cavaliere, e la sua banda non sono più compatti come prima. Il demone che si è impossessato di Susannah, la compagna di Eddie, ha usato la sfera del buio per trasportarsi dal Medio-Mondo alla New York del 1999: qui partorirà la creatura che dovrà distruggere la Torre. Sulle sue tracce vanno Jake, Oy il bimbolo e Padre Callahan, reduci dalla battaglia coi Lupi del Calla, per impedire al demone-donna di arrivare all'appuntamento fatale. Intanto Eddie e Roland riappaiono nel Maine del 1977, e si stupiranno non poco quando vedranno chi c'è dietro la porta di una certa casa...
 
CURIOSITA'
- la "canzone di Susannah" che dà il titolo al libro allude a 'Man of constant sorrow, resa famosa dal film 'Fratello, dove sei?', cantata da Bob Dylan e Joan Beaz
- si menziona la serie tv di King 'Kingdom Hospital'


Opinioni personali  E' elettrizzante leggerlo solo perchè ormai ci stiamo avvicinando alla fine della saga, ma nel complesso non è un capitolo all'altezza degli altri della Torre. Unico episodio curioso è quello di Roland ed Eddie che incontrano nel Maine il loro creatore...   
VOTO: 7


I LUPI DEL CALLA - 2003

Titolo originale: Wolves of the Calla

Traduzione italiana: Tullio Dobner

TRAMA  Quinto capitolo della saga di Roland e la Torre Nera. Il ka-tet del pistolero, attraversando le foreste del Calla, una regione del Medio-Mondo, s'imbatte nella tragedia di una piccola comunità sfinita dalle scorribande di un nemico ignoto e spaventoso. Quelle che scendono dalle alture circostanti sono creature dal muso di lupo che assaltano le abitazioni seminando morte e distruzione, portandosi via i bambini, ai quali, prima di restituirli, fanno qualcosa di orribile. Ora i lupi stanno per tornare, e i quattro pistoleri sono l'ultima speranza per il villaggio.



CURIOSITA'
- in una conversazione tra Susannah e Padre Callahan si fa riferimento a Kennedy e alla possibilità di poter tornare indietro al 22 novembre '63 (per impedire l'assassinio del Presidente): nel 2011 King pubblicherà un romanzo intitolato 22/11/'63, che parla proprio di un uomo che fa un viaggio nel tempo per fermare chi vuole uccidere Kennedy
- nell'agosto 2001 uscì sul sito ufficiale di King un breve racconto che fungeva da 'prologo' al romanzo "Calla Bryn Sturgis
- nel febbraio 2003 uscì su una rivista il racconto "La storia di Gray Dick", prima versione del capitolo omonimo de I Lupi del Calla


Opinioni personali  Questo volume torna alla narrazione presente della storia, dopo la digressione del precedente libro ('La sfera del buio'). Epico come sempre, qui King ci fa solidarizzare con gli abitanti del villaggio assediato dai Lupi. E ripropone in chiave moderna la vicenda del film di Kurosawa 'I sette samurai', dove sette uomini offrono a un villaggio protezione gratuita contro i predoni.  
VOTO: 7+


BUICK 8

Titolo originale: From a Buick 8

Traduzione italiana: Stefano Bortolussi

TRAMA  Un'auto sbucata dal nulla. Curtis Wilcox morì osservandola, e ora il figlio Ned, seduto tra i colleghi del padre, ascolta una storia che gli cambierà la vita. La storia di una Buick blu notte che compare a un distributore di benzina, nel 1979, e poi resta rinchiusa in un capannone dietro la stazione di polizia della squadra D. Sembra finta come un giocattolo, e la polvere non vi si posa mai sopra; la carrozzeria guarisce da sola, è viva come un animale... Da allora la squadra D è cambiata, c'è chi se n'è andato e chi è rimasto, ma nessuno ha svelato il segreto. Ora che è sorvegliata da Ned, la Buick continua a vomitare cose e a esplodere di luce; se ne sta lì immobile e sogghignante portando fuori qualcosa del suo misterioso mondo e portandosi via qualcuno del nostro...


CURIOSITA'
- Il titolo originale è ispirato a una canzone di Bob Dylan: From A Buick 6
Opinioni personali  La narrazione è buona, come sempre di solito con King; i personaggi non mi sono dispiaciuti, ma la storia... la storia non è sviluppata, è statica. Qui si racconta un mistero che rimane tale, senza grande spazio all'azione e ai colpi di scena.  
VOTO: 6+


TUTTO E' FATIDICO - 2002

Titolo originale: Everything's Eventual
Traduzione italiana: T. Dobner, G. Barbiani, S. Bortolussi, F. Di Foggia, A. Fanfani, S. Fornasiero


Chi fa l'autostop di notte e sale sull'auto sbagliata, e chi scopre il paradiso in un destino sconosciuto... Quattordici racconti, quattordici tappe nell'ignoto. Paura e angoscia, ma anche sarcasmo e melanconia pervadono queste vicende. Un repertorio poliedrico e affascinante di brevi narrazioni.


CURIOSITA'
- contiene il primo racconto on-line di King: 'Riding the Bullet'. E i racconti della raccolta 'Six Stories'
- spunta anche un episodio della Torre Nera, dal titolo 'Le Piccole Sorelle di Eluria'
-  Nel racconto 'Tutto ciò che ami ti sarà portato via', una delle frasi ricopiate da Alfie nei bagni delle stazioni di servizio è "Sto alla porta e busso", frase presente in un altro romanzo di King, L'Acchiappasogni, dove viene ripetuta da Jonesy per identificare McCarthy, l'uomo infetto accolto nel cottage. La frase è a sua volta una citazione della Bibbia (Apocalisse 3;20)

ADATTAMENTI  Riding the Bullet (2004), tratto dall'omonimo racconto; 1408 (2007) con John Cusack; un episodio della serie Incubi&Deliri è basato sul racconto Autopsia 4
 

Opinioni personali  Per quanto mi riguarda, non sono di quelli che snobbano i racconti brevi, preferendo i romanzi; ho apprezzato molto questa raccolta, che alterna vari generi. Dal racconto '1408' è stato anche tratto un film nel 2007.  
VOTO: 7
I 14 racconti:

Autopsia 4
L'uomo vestito di nero
Tutto ciò che ami ti sarà portato via
La morte di Jack Hamilton
La camera della morte
Le piccole sorelle di Eluria
Tutto è fatidico
La teoria degli animali di L.T.
Il Virus della Strada va a nord
Pranzo al "Gotham Cafè"
Quella sensazione che puoi dire soltanto in francese
1408
Riding the Bullet - Passaggio per il nulla (uscito singolo su internet nel 2001; abbinato a un CD nel 2000)
La moneta portafortuna



LA CASA DEL BUIO - 2001

Titolo originale:  Black House

Traduzione italiana: Maria Teresa Marenco

TRAMA  A French Landing, nel Wisconsin, arrivano i giorni del "Pescatore". Gli abitanti del paese sono terrorizzati da questo mostro che adesca i bambini e li uccide. Ma Jack Sawyer non ci sta, e si ribella. Si risvegliano in lui, dopo anni, vecchi ricordi e oscuri presentimenti. Vengono uccisi altri tre ragazzi, e un quarto viene rapito: Tyler Marshall, che ha un potere straordinario, un'armatura contro le forze demoniache. Jack lascia i panni del pensionato e si occupa del caso. Per salvare Tyler dovrà tornare nei 'Territori' dove vive l'assassino. E una casa nera e abbandonata è il portale perfetto per raggiungere quell'Altrove.




CURIOSITA'
- scritto in coppia con Peter Straub
- ritorna Jack Sawyer, il protagonista de 'Il Talismano', ora un poliziotto in pensione
- si nomina Linoge, il misterioso uomo de 'La Tempesta del Secolo'
- nel corso del 2017 King e Straub dovrebbero scrivere il sequel, terzo capitolo della saga di Jack

Opinioni personali  Un romanzo di quelli che rileggerete con piacere, dove il poliziesco si mescola perfettamente con il fantasy. A tratti offre pagine davvero commoventi e di grande intensità emotiva. E devo dire che i due autori si fondono splendidamente.
VOTO: 7/8




L'ACCHIAPPASOGNI - 2001

Titolo originale: Dreamcatcher

Traduzione italiana: Maria Teresa Marenco

TRAMA  Tempo fa, a Derry, quattro ragazzini coraggiosi compirono una buona azione. Da grandi, Henry, Jonesy, Beav e Pete hanno preso strade diverse. Ma due cose li legano ancora: una è il legame col bambino molto particolare che aiutarono quel giorno, e l'altra è la battuta di caccia al cervo che ogni anno li riunisce nel Maine, nella baita dove ondeggia quel curioso oggetto indiano chiamato 'acchiappasogni'. Ma qualcosa di terribile li aspetta, il cielo promette più di una forte nevicata, e nel folto si aggira qualcosa che vorrebbe abitare qui sulla Terra... Inizia un folle inseguimento nella bufera, dove i ruoli di preda e cacciatore si confondono. Solo alla resa dei conti si saprà chi è il vero nemico.



ADATTAMENTI  Nel 2003 è uscito il film, diretto da Lawrence Kasdan, con Morgan Freeman

Opinioni personali  Romanzo pieno di avventura e molto vivace. Direi un vero spasso, divertimento puro. King ha creato esseri soprannaturali davvero originali, vedrete... Un quartetto di protagonisti che rievoca i gruppi di amici di 'It' e 'Il corpo'(Stagioni diverse), dove l'unione funge da energia positiva contro le forze del male.
 VOTO: 7


ON WRITING - 2000

Titolo originale: On Writing: A Memoir of the Craft

Traduzione italiana: Tullio Dobner


Un manuale dove King spiega la storia personale della sua professione: dagli anni di formazione e crescita fino al successo di 'Carrie'. Per poi passare a una enunciazione degli strumenti tecnici necessari per affinare la scrittura. Fino ad arrivare alle fasi di pubblicazione di un romanzo.

CURIOSITA'
- era fuori catalogo, ma nel novembre 2015 è uscita una nuova edizione della Frassinelli, con traduzione di Giovanni Arduino
- in un episodio della serie Lost, Benjamin Linus mostra a Sawyer un coniglio bianco con un 8 pitturato sulla schiena, immagine descritta in questo saggio


Un testo utilissimo per chi si sta avvicinando alla scrittura creativa; qui King offre consigli pratici che valgono per tutti, ed espone i suoi personali punti di vista sullo scrivere senza spacciarli come verità assolute, lasciando a chi legge la possibilità di prendere una propria strada.



CUORI IN ATLANTIDE - 1999

Titolo originale: Hearts in Atlantis

Traduzione italiana: Tullio Dobner

Cinque racconti collegati che raccontano gli anni Sessanta e la tragedia della guerra in Vietnam. Ciascuno è pervaso da fantasmi e occulte premesse; un legame sottile li percorre tutti, fino all'epilogo pacificatore. Questo libro è un'evocazione dell'eternità attraverso la storia. Chi cerca o subisce l'orrore senza combatterlo ne viene perseguitato o diventa orrore egli stesso. Chi vi si oppone mantiene viva la possibilità di un'alternativa al male.

CURIOSITA'
- ritroviamo molte connessioni con la Torre Nera nel racconto 'Uomini bassi in soprabito giallo', il protagonista Ted Brautigan comparirà in un volume della saga...
- 'Uomini bassi in soprabito giallo' sarebbe la prima parte di un romanzo non ancora scritto da King, 'La casa di Benefit Street', che narra quello che accadde alla fidanzatina di Bobby, Carol.
- una prima versione del racconto Perchè siamo finiti in Vietnam fu scritta da King in un volumetto distribuito nel '99 a una festa per i 25 anni della sua carriera a New York, s'intitolava The New Lieutenant's Rap (La chiacchierata col nuovo luogotenente)

ADATTAMENTI  Nel 2001 è uscito il film Cuori in Atlantide con Anthony Hopkins, che riporta però solo il racconto Uomini bassi in soprabito giall; in progetto anche Hearts, film che adatterà proprio la storia intitolata Cuori in Atlantide


Opinioni personali  Cinque storie molto toccanti, che esulano dal genere classico di King. Il dramma della guerra è raccontato con garbo e crudeltà insieme; tra nostalgie di un futuro che non sarà e rimpianti del passato, sembra di leggere un manifesto contro la guerra, ovunque e comunque.


VOTO: 8+
I 5 racconti:

Uomini bassi in soprabito giallo
Cuori in Atlantide
Willie il cieco
Perchè siamo finiti in Vietnam
Scendono le celesti ombre della notte




LA BAMBINA CHE AMAVA TOM GORDON - 1999

Titolo originale: The Girl who Loved Tom Gordon

Traduzione italiana: Tullio Dobner

TRAMA  E' stata imprudente Trisha, sì, ma lei voleva solo non sentire più il fratello Pete e la mamma litigare, e scordarsi anche di papà, del divorzio e del mondo intero. Trisha McFarland, nove anni, tifosa della squadra di baseball dei Red Sox e innamorata del suo idolo Tom Gordon, si è allontanata un po' dal sentiero, finchè non si è persa. Nel cuore della foresta sui monti Appalachi: miglia di subdolo verde che si spalancano su di lei. Trisha non si fa prendere subito dal panico, all'inizio l'istinto di sopravvivenza e l'incoscienza dell'infanzia l'aiutano: vaga affamata , ma convinta di farcela, aggrappata alle partite dei Red Sox trasmesse dal suo walkman. Poi, però, le sembra di vedere qualcosa tra gli alberi che forse la insegue. E' solo frutto della sua immaginazione o esiste realmente?

Opinioni personali  Deludente nella soluzione finale, che in questo unico particolare caso conta. L'inizio prometteva cose interessanti. Mi domandavo come ne sarebbe venuta fuori Trisha, poi... un senso di vuoto e di incompletezza mi ha invaso. Mi è venuto da chiedermi per quale ragione King abbia scritto questa storia. Per la trama più inconcludente e disarmante del Re, il mio voto è basso.

VOTO: 5--

LA TEMPESTA DEL SECOLO - 1999

Titolo originale: Storm of the Century

Traduzione: Tullio Dobner

TRAMA  Little Tall Island è un'isoletta davanti alle coste del Maine. D'estate ferve di turisti, d'inverno i pochi residenti restano a fronteggiare una natura ostile. Ma la bufera di neve di quell'anno era davvero incredibile: neve alta un metro e mezzo, raffiche di vento a cento all'ora. La tempesta del secolo, la chiamarono. E insieme alla furia degli elementi si scatena qualcos'altro. Prima che nevichi, un'ottantenne invalida viene uccisa nella sua casa, e l'assassino siede tranquillamente in poltrona col suo bastone con la testa di lupo. Sta lì, e aspetta... Si lascerà arrestare, perchè lui è lì per un motivo. Spargerà dolore e distruzione in tutta la comunità, finchè non avrà ottenuto ciò che vuole.


CURIOSITA'
- scritto in forma di sceneggiatura (fu concepito già nel 1996) per la miniserie del 1999; King decise poi di pubblicarla come opera letteraria
- ambientato a Little Tall, l'isola dove vive anche Dolores Claiborne

ADATTAMENTI  La serie tv La tempesta del secolo (1999) è la trasposizione di questa sceneggiatura


Opinioni personali  Ottima prova del Re, anche se qui abbandona la forma classica del romanzo e ci mostra le sue spiccate doti di sceneggiatore. Nonostante lo stile asettico la storia si legge con fluidità. Certo, fosse stata scritta come un romanzo, forse sarebbe stata più apprezzata dal grande pubblico.
 VOTO: 6/7




MUCCHIO D'OSSA - 1998

Titolo originale: Bag of bones
Traduzione italiana: Tullio Dobner

TRAMA  Di un personaggio letterario si dice che è un "mucchio d'ossa": confrontate il meglio riuscito con la consistenza e la complessità di un essere umano reale, e vedrete se la definizione non calza. Mike Noonan - romanziere quarantenne - grazie ai mucchi d'ossa letterari è un privilegiato: gran successo e un buon conto in banca. Tutte cose che non hanno più senso se perdi l'unica persona di cui t'importi. Straziato dalla morte della moglie Johanna - e per aver scoperto solo allora che era incinta di una bimba - Mike è distrutto. Dopo quattro anni è uno scrittore finito, afflitto da un'esistenza vuota. E' alla resa dei conti, angosciato dalla sensazione che qualcos'altro, oltre a lui, non sappia rassegnarsi  all'ineluttabilità di una vita troncata, qualcosa che che gli procura incubi notturni... La località del Maine in cui si rifugia, quella delle vecchie vacanze, gli riserva prospettive peggiori: nella cittadina serpeggia un decrepito milionario, e la bella casa sul lago - chiamata Sara in onore della cantante blues Sara Laughs - è teatro di fenomeni terrificanti. Di buono ci sono Mattie e la sua figlioletta Kyra, nipote del terribile vecchio che vuole sottrarla alla madre. Mike si shiera con Mattie, scoprendo poi uno strano legame tra la piccola Kyra e la figlia che lui non ha mai avuto. E il segreto di uno spirito vendicativo che aleggia sul paese...

CURIOSITA'
- il vecchietto che spinge Mike a partire per una vacanza è Ralph Roberts (Insomnia)
- William Denbrough (It) viene citato come scrittore
- anche Thad Beaumont (La metà oscura) viene ricordato come scrittore, e si apprende del suo suicidio
- alla fine del romanzo troviamo il poliziotto Norris Ridgewick, lo stesso di 'Cose Preziose'
- il Dark Score Lake compare anche ne 'Il gioco di Gerald'
- si nomina verso la fine il penitenziario di Shawshank, quello del racconto 'Rita Hayworth e la redenzione di Shawshank (Stagioni diverse)

ADATTAMENTI  Nel 2011 è uscito il film per la tv di Mick Garris, con Pierce Brosnan

Opinioni personali  Davvero un bel romanzo, con una trama che si snocciola per gradi, facendo arrivare il lettore alla soluzione del mistero solo alla fine, con l'abilità che solo i romanzieri di qualità hanno.  
VOTO: 7,5


LA SFERA DEL BUIO - 1997

Titolo originale: Wizard and Glass
 
Traduzione italiana: Tullio Dobner

TRAMA  In questo romanzo (il volume quarto) della Torre Nera ritroviamo Roland, Eddie, Susannah e Jake intrappolati in una carrozza di Blaine il Mono, il treno teleguidato dall'intelligenza malefica che ha sterminato la città di Lud. L'ultimo cavaliere si salva vincendo una sfida ad indovinelli, per poi ritrovarsi in un'America spopolata da una spietata superinfluenza. In un mondo che 'va avanti' è facile sconfinare in luoghi e tempi paralleli attraverso le sottilità, le porte per l'altrove. Nello spiegare ai suoi compagni che cosa sia questo fenomeno, Roland deve rituffarsi  nel proprio passato e, in una notte senza fine, narra la tragica storia di Susan Delgado, del loro amore immortale e di una misteriosa sfera magica...


CURIOSITA'
- il romanzo era tanto atteso che una lettrice spedì alla segreteria di King una polaroid che ritraeva un orsacchiotto incatenato con un messaggio scritto con ritagli di giornale: 'Fai pubblicare immediatamente il prossimo libro della Torre Nera o l'orso muore'

ADATTAMENTI  Nel 2018 la MRC produrrà una serie tv con Idris Elba che ripercorrerà la gioventù di Roland narrata in questo volume


Opinioni personali  Forse il più epico dell'intera saga. Un flashback della vita passata di Roland con personaggi unici e avventure favolose, in pieno stile fantasy. Vi appassionerete all'amore tormentato tra Roland e Susan, e comprenderete meglio la realtà misteriosa del mondo immaginario creato da Stephen King.  
VOTO: 8,5


I VENDICATORI - 1996

Titolo originale: The Regulators
 Traduzione italiana: Tullio Dobner


TRAMA  E' la storia di un tranquillo quartiere fuori città stretto nella morsa di un terrore surreale. Gli abitanti sopravvissuti vedono il loro mondo fattosi alieno, devastato da un'esplosione di violenza e malvagità. Una sola casa sembra indenne dalla distruzione che infuria; una casa dove l'unico chiarore proviene dal lampeggiare sinistro di uno schermo televisivo, dove una donna e suo nipote lottano allo stremo contro una forza che si sta impossessando di loro. La notte cala su Poplar Street. Stanno arrivando i Vendicatori.





CURIOSITA'
- uscito per la prima volta nella stessa confezione insieme a Desperation (le copertine sono collegate)
- pubblicato come romanzo postumo e inedito di Richard Bachman


Opinioni personali  E' una classica storia violenta e spietata alla Bachman. Non mi è piaciuto granchè. Direi il peggiore della serie Bachman.  

VOTO: 5




DESPERATION - 1996

Titolo originale: Desperation

Traduzione italiana: Tullio Dobner

TRAMA   Il Nevada è una distesa di nulla. Nella calura estiva lo stanno attraversando i Jackson, una coppia diretta a New York; i Carver, una famiglia in viaggio verso il lago Tahoe; e Johnny Marinville, vecchia gloria della letteratura in sella a una moto. Ma a Desperation un gatto inchiodato a un cartello stradale dà un sinistro benvenuto nella poco ridente cittadina  su cui incombe l'ombra della miniera chiamata China Pit. A mantenere l'ordine pubblico c'è Collie Entregian, il poliziotto che si considera l'unica legge del posto. Peccato che il suo senso della legge sia molto, ma molto, particolare. Lui è solo una modesta propaggine della presenza diabolica che ha contagiato Desperation e ha invaso il sottosuolo. E il figlio dei Carver, David, se n'è accorto...

CURIOSITA'
- ritroviamo due personaggi di 'Rose Madder': Norman Daniels e Cynthia Smith
- secondo la leggenda di Desperation i cinesi morti nella miniera avevano trovato i Tommyknockers
- nel libro viene menzionata due volte l'opera di King 'Misery'
- ci sono personaggi e punti in comune con 'I vendicatori'
- gli episodi che accadono ai minatori cinesi si svolgono nel 1859, precisamente il 21 settembre, giorno in cui King compie gli anni

ADATTAMENTI  Mick Garris ne ha tratto una serie Tv nel 2005

Opinioni personali  L'inizio mi aveva proprio convinto; questa figura di poliziotto pazzo in mezzo al deserto e ai coyote era suggestiva. Poi, però, è svanita lentamente. Non che sia malaccio come storia, ma non mi ha impressionato.  
VOTO: 6,5




IL MIGLIO VERDE - 1996

Titolo originale: The Green Mile

Traduzione italiana: Tullio Dobner

 TRAMA  E' il 1932. Al Blocco E del penitenziario di Cold Mountain arriva un detenuto condannato alla sedia elettrica per l'omicidio di due bambine. Si chiama John Coffey, un gigante afroamericano che potrebbe spezzare il collo di un bue con una sola mano. Presto, però, il soprintendente al Blocco E, Paul Edgecombe, si troverà a fare i conti con una forza soprannaturale che promana da Coffey un'energia magica e misteriosa. Da lì inizia ad avere dubbi sulla sua colpevolezza. E pensare che dovrà essere proprio lui ad accompagnarlo lungo il corridoio infinito di linoleum verde che porta al patibolo: il miglio verde.
 


CURIOSITA'
- uscito per la prima volta in 6 puntate
- nel 2009 è uscito in volume unico con illustrazioni
- "Ciò che inganna il tuo occhio" è il titolo del racconto da cui prese vita il romanzo del Miglio Verde. Lo scrisse nel '92/'93: era la storia di Luke Coffey, un condannato a morte

ADATTAMENTI  Frank Darabont ne ha fatto uno splendido film nel 1999, con Tom Hanks


 Opinioni personali  Splendido. Struggente. Unico. Tra i più bei romanzi che King abbia mai scritto. Personaggi perfetti, trama non complicata ma coinvolgente. Una storia di ingiustizie grandi e piccole, che ci mostra quanto, a volte, la gente sappia essere cattiva. Ma il male non paga, neanche qui sulla terra.

VOTO: 10 E LODE!


ROSE MADDER - 1995

Titolo originale: Rose Madder

Traduzione italiana: Tullio Dobner

TRAMA  Rose Daniels, dopo 14 anni, volta le spalle al suo matrimonio naufragato, fuggendo più lontano che può dal marito Norman. Ricomincia da sola, in una città sconosciuta. Incontra Bill Steiner e s'imbatte in uno strano quadro. Inizia ad interagire misteriosamente col dipinto, e intanto Norman non molla: è un poliziotto sadico e con istinto predatore. Per non soccombere al marito pazzo, Rose deve calarsi nel suo 'mito', un universo parallelo celato sotto la superficie del ritratto appeso nel suo soggiorno, e diventare la dea vendicatrice che mai avrebbe pensato d'incarnare.




CURIOSITA'
- viene citata Susan Day, l'attivista politica di 'Insomnia'
- Cynthia Smith la ritroviamo in 'Desperation'
- si menziona il libro 'Misery' di Paul Sheldon

Opinioni personali  Il modo in cui King descrive il quadro non mi è sembrato molto potente ed efficace, mi aspettavo qualcosa di più. Per altro verso, invece, emerge in tutti i suoi contorni più drammatici il tema della violenza sulle donne, che King affronta come sempre schierandosi dalla parte dell'universo femminile, facendo della trama del libro un'importante 'denuncia sociale'.  
VOTO: 6,5


INSOMNIA - 1994

Titolo originale: Insomnia

Traduzione: Tullio Dobner

TRAMA  Ralph Roberts ha un problema: negli ultimi tempi non riesce più a dormire. Forse è solo la conseguenza momentanea del momentahttps://www.blogger.com/blogger.g?blogID=6970495268503510134#editor/target=post;postID=3994452746455059455;onPublishedMenu=allposts;onClosedMenu=allposts;postNum=29;src=linkccio che sta vivendo. E' vedovo da poco. Distrutto nel fisico e nel morale diventa smemorato e distratto, ma al contempo gli si aprono le porte di percezioni inquietanti e fantastiche: ha esperienze di fenomeni visivi - colori, aure che avvolgono le persone - che non riesce a considerare allucinazioni. Oltretutto la comunità di cui fa parte sembra assalita da una marea di odio e violenza. Quali sono le forze orribili che pulsano nel sottosuolo di Derry?

CURIOSITA'
- riferimento a 'Pet Sematary': Ralph ritrova la scarpa di Gage Creed, morto travolto da un'autocisterna sulla Route 15
- Patrick Danville disegna Roland vicino alla Torre Nera
- sono descritti i luoghi più famosi di Derry
- si fa riferimento a Mike Hanlon, il bibliotecario di Derry, al poliziotto Aloysius Nell, ad Adrian Mellon, all'architetto Ben Hanscom (tutti richiami a 'It')
- Ed Deepneau cita il nome di Robert Joubert, personaggio de Il Gioco di Gerald
- King ha fatto un tour negli Usa per promuovere l'uscita del libro spostandosi di libreria in libreria su di una 883 Harley Davidson

Opinioni personali  Il risvolto di copertina non ha soddisfatto le mie attese. La narrazione è ottima, ma la storia in sè non mi ha colpito, mi aspettavo qualcosa di diverso. Una sufficienza di stima.

VOTO: 6


INCUBI & DELIRI - 1993

Titolo originale: Nightmares & Dreamscapes

Traduzione: Tullio Dobner


Un'antologia di racconti che è un tunnel dove si aprono molteplici antri e dove passaggi sotterranei sfociano nell'inferno. Classiche storie macabre, esplorazioni del confine tra bene e male, pastiches di Chandler e Conan Doyle e un assaggio di non-fiction. Ce n'è per tutti i gusti. Ora i vostri sonni non saranno più beati come un tempo...


CURIOSITA'
- il vampiro del racconto 'Il Volatore notturno' viene chiamato Dwight Renfield: il cognome è preso dall'entomofago di 'Dracula', Dwight invece è il nome di battesimo dell'attore che interpretava Renfield in uno dei film tratti dal libro di Stoker
- il racconto La Cadillac di Dolan uscì per la prima volta a puntate sulla fanzine Castle Rock di Bangor
- il racconto 'Il Quinto Quarto' uscì su Cavalier con lo pseudonimo John Swithen

ADATTAMENTI Cinque episodi per la serie Incubi&Deliri (2006) tratti da L'ultimo caso di Unmey, La fine del gran casino, Crouch End, Il quinto quarto, E hanno una band dell'altro mondo; Nel 2009 è uscito il film Dolan's Cadillac, ispirato all'omonimo racconto. Del '97 The Night Flier (Il volatore notturno). Garris ha adattato nel '97 il racconto Denti chiacchierini nel film tv I racconti di Quicksilver. The Moving Finger è un episodio della serie Monsters andato in onda nel 1988, tratto da Il dito. Nel 1984 è stato adattato per Tales from the darkside il racconto Spiacente, è il numero giusto.
E' in lavorazione un film tratto da La gente delle dieci, col titolo Cessation.


Opinioni personali  Raccolta eccellente e ricchissima. Difficile dare un giudizio unitario; le storie sono molto diverse tra loro. Tra le tante spiccano 'La Cadillac di Dolan', 'La fine del gran casino' e 'Il volatore notturno'.  


VOTO: 7+
I 24 racconti:

La fine del gran casino
Bambinate
Popsy
Ti prende a poco a poco
Denti Chiacchierini
Dedica
Scarpe da tennis
E hanno una band dell'altro mondo
Parto in casa
La stagione delle piogge
Il mio bel cavallino
Spiacente, è il numero giusto
La Gente delle Dieci
Crouch End
La casa di Maple Street
Il quinto quarto
Il caso del dottore
L'ultimo caso di Umney
A testa bassa
Agosto a Brooklyn
Il mendicante e il diamante



DOLORES CLAIBORNE - 1993

Titolo originale: Dolores Claiborne

Traduzione: Tullio Dobner

TRAMA  E' un'anziana rompiscatole, Dolores: così si definisce lei stessa: caratteraccio, linguaccia, vitaccia. Da trent'anni a Little Tall Island si chiedono cosa sia successo in quel giorno di eclissi in cui morì suo marito Joe. Ora, invece, la polizia vuole sapere che cos'è accaduto alla ricca e invalida Vera Donovan, presso cui Dolores lavorava come governante. Dovendosi discolpare, Dolores si lancia in una vibrante e appassionata confessione di fronte a giovani poliziotti che conosce fin da bambini. La donna ripercorre la storia della sua vita: dai dissapori col marito, agli intensi e complicati rapporti con la defunta Vera. Mostra come nel cuore di una donna possa insediarsi il germe dell'omicidio, e come l'anima, straziata da ferite crudeli, riesca a conquistare una sua forma di grazia.  


CURIOSITA'
- non è diviso nè in capitoli, nè in paragrafi; la narrazione prosegue spedita senza interruzioni
- l'eclissi di cui si narra è realmente avvenuta il 20 luglio 1963 ed è stata interamente visibile dal Giappone, dal Canada e dallo stato del Maine
- c'è una scena durante l'eclissi che ricorda un episodio narrato ne 'Il gioco di Gerald'
- a Little Tall Island King ha ambientato anche 'La Tempesta del Secolo'

ADATTAMENTI  E' del 1995 il film drammatico L'Ultima Eclissi, con una grande Kathy Bates

Opinioni personali  E' un romanzo tra i meno ricordati di Stephen King, ma che mi ha letteralmente conquistato. La figura di Dolores è una di quelle che non si dimenticano, sembra una persona reale, non un personaggio inventato. King le fa anche sbagliare volutamente i tempi verbali, rendendola ancora più vera; un autentico esercizio stilistico. Le sofferenze che hanno indurito Dolores ci fanno solidarizzare con lei, senza giudicarla per le sue azioni. Il rapporto con Vera è tenerissimo, pur nella sua conflittualità. Dolores (che sembra avere nel nome il suo destino) è una di quelle donne che verrebbe voglia di abbracciare come si farebbe con una mamma o una nonna.

VOTO: 8+



IL GIOCO DI GERALD - 1992

Titolo originale: 'Gerald's Game

Traduzione: Tullio Dobner

TRAMA  Nell'isolata casa sul lago, in una giornata autunnale, Jessie si piega, riluttante, a una delle ennesime fantasie sessuali del marito. La donna, ammanettata al letto di legno massiccio, ribellandosi, tenta di allontanare con un calcio l'eccitato partner, che cade privo di vita, stroncato da un infarto. Jessie, immobilizzata, cade in preda al panico, invasa da pensieri febbrili e voci che si accavallano a demoni del suo passato. In un alternarsi di acute sensazioni fisiche - crampi, il dolore ai polsi - e allucinazioni, tra pazzia e lucidità, Jessie deve affrontare anche due visitatori: un cane randagio attirato dall'odore del cadavere, e un'ombra irreale che fa capolino nella stanza. Sulla donna incombe una morte lenta... quando il riaffiorare alla coscienza di un morboso e antico segreto le offre un insperato appiglio...




CURIOSITA'
- viene citato un episodio che ritroviamo in 'Dolores Claiborne'
- l'uscita italiana vedeva allegato al libro il primo numero di una rivista 'Il giornale di Stephen King', idea promozionale dopo 'L'urlo di Castle Rock' 

ADATTAMENTI  Mike Flanagan ha terminato di girare un film tratto da questo romanzo, la protagonista femminile è Carla Gugino



Opinioni personali  Diabolico e agghiacciante. E' spaventoso immedesimarsi nella situazione della protagonista. Scandaglia con abilità la morbosità della mente umana.  

VOTO: 7



COSE PREZIOSE - 1991

Titolo originale: Needful Things

Traduzione italiana: Tullio Dobner


 TRAMA  E' l'ultima storia ambientata a Castle Rock. Un giorno, nella tranquilla cittadina compare Leland Gaunt, un tipo strano e sfuggente che apre un negozio, Cose Preziose, dov'è possibile acquistare pezzi rari, autentiche gioie per collezionisti. L'emporio attrae in poco tempo tutti i membri della comunità, con effetti devastanti, perchè in quell'impenetrabile magazzino tutto è in vendita, perfino l'anima...





 CURIOSITA'
- si fa riferimento a 'quella faccenda del cane' (Cujo)
- lo sceriffo Alan Pangborn compare già ne 'La metà oscura'
- ritroviamo 'Ace' Merrill, personaggio della novella 'Il corpo' (Stagioni diverse) 
- vengono citate le pianure di Leng, luogo immaginario della letteratura di Lovecraft, autore che ha influenzato molto King 
- in Italia è stato accompagnato da un finto giornale a scopo pubblicitario, 'L'urlo di Castle Rock' 
- si cita Pop Merrill (Il fotocane), zio di Ace

ADATTAMENTI  Ne è stato tratto un film nel 1993. Intanto, J.J. Abrams ha in serbo una serie tv antologica sull'intero universo kinghiano che sarà ambientata proprio a Castle Rock, i primi 10 episodi verrano girati nell'estate 2017

 Opinioni personali  Bel romanzo. Inizia un po' in sordina, a mio parere, ma poi è un crescendo di emozioni e colpi di scena. La gamma di personaggi è molto vasta, di conseguenza l'intreccio è complesso, con situazioni che si accavallano e capovolgono, in un mix di equivoci diabolici che ho trovato esilaranti... 

VOTO: 7,5



TERRE DESOLATE - 1991

Titolo originale: The Waste Lands

Traduzione italiana: Tullio Dobner

TRAMA  Terzo romanzo della 'Torre Nera', in cui troviamo Roland, il Prigioniero e la Signora delle Ombre impegnati ad acquisire le doti indispensabili per proseguire la ricerca della Torre. Grazie alla guida imperturbabile di Roland, Eddie e Susannah (la nuova donna nata dalla fusione tra Detta e Odetta)  stanno sviluppando insospettabili abilità: Susannah si rivela una pistolera provetta e Eddie riscopre la capacità di sentira la voce nascosta delle cose. I tre imparano a fidarsi reciprocamente, sempre più consci che la loro diversità è la loro forza, la forza del ka-tet, cui però manca un elemento. Cioè il piccolo Jake, che per un paradosso temporale è di nuovo a New York, di nuovo vivo e pronto a raggiungerli. Prosegue il viaggio verso la Torre Nera, tra terre desolate, città devastate e avventure terrificanti...

CURIOSITA'
- un estratto del romanzo venne pubblicato singolarmente nel 1990, col titolo 'The Bear'
- la storia per bambini di Beryl Evans (Charlie Ciù-Ciù) che viene narrata nel romanzo è uscita in America in una speciale edizione illustrata da Ned Dameron






Opinioni personali  Se avete letto i primi due volumi della saga, non potrete che fremere dalla voglia di leggere il seguito, e questo terzo volume non tradisce le attese. Ricco di suspense e nuovi personaggi. Con gli indovinelli di Blaine il Mono (un treno fantasma) che coinvolgono a tutto campo il lettore, facendolo quasi entrare nella storia. Il finale vi costringerà a leggere immediatamente il capitolo successivo della saga...  
VOTO: 7,5





QUATTRO DOPO MEZZANOTTE - 1990

Titolo originale: Four Past Midnight

Traduzione italiana: Tullio Dobner


Passata la mezzanotte, il tempo e le cose subiscono strane trasformazioni. Cosa accade all'osservatore sbigottito quando s'infrange la finestra che separa la realtà dall'irrealtà? Seguendo il ritmico ticchettio dell'orologio questi quattro racconti suggestivi provano a dare delle risposte.


CURIOSITA'
- nel racconto Il poliziotto della biblioteca Ardelia Lortz cita King come autore dell'orrore; nello stesso racconto si nomina Paul Sheldon (Misery)
- ne Il fotocane si fa riferimento al San Bernardo di Joe Camber (Cujo) e troviamo Pop Merrill, quello che è lo zio di Ace, nominato anche in Cose preziose

ADATTAMENTI  E' del 1995 la serie tv I Langolieri; mentre da Finestra segreta, giardino segreto è stato tratto il film con Johnny Depp Secret Window

Opinioni personali Ottima raccolta di racconti. Il mio preferito è 'Finestra segreta, giardino segreto' (da cui è stato tratto il film 'Secret Window' con Johnny Depp). Meritano anche le altre tre storie, tutte con un velo intrigante di mistero sovrannaturale.  


VOTO: 7,5

I 4 racconti:

I langolieri
Finestra segreta, giardino segreto
Il poliziotto della biblioteca
Il fotocane



LA META' OSCURA - 1989

Titolo originale: The Dark Half

Traduzione: Tullio Dobner


TRAMA  Thad Beaumont è uno scrittore che per anni ha pubblicato romanzi con lo pseudonimo di George Stark: storie violente e di successo, che l'hanno reso ricco e famoso. Ora può finalmente scrivere con il suo vero nome, ma la figura di Stark, la sua metà oscura, non intende sparire: diventa una macchina di morte spietata che distrugge tutto quanto incontra sulla strada del suo creatore. Thad, per difendersi, dovrà inoltrarsi negli angoli più bui della sua mente...





CURIOSITA'
- il libro doveva uscire sotto il nome di Bachman, ma la scoperta del trucco fece cadere l'idea
- ritroviamo lo sceriffo Alan Pangborn di 'Cose Preziose'
- Thad vive a Ludlow, stesso luogo in cui è ambientato 'Pet Sematary'
- il romanzo è un omaggio all'autore Shane Stevens: il protagonista dei libri di Stark è Alexis Machine, lo stesso del romanzo di Stevens 'Dead City'


ADATTAMENTI  George Romero ha girato l'omonimo film uscito nel 1993

Opinioni personali  Intrigante l'analisi psicologica dello sdoppiamento della personalità che colpisce lo scrittore. Promette bene all'inizio, quando la tensione cresce allo spuntare di questo misterioso Stark. Verso la fine ricordo che mi deluse un tantino.  
VOTO: 6/7




TOMMYKNOCKER-LE CREATURE DEL BUIO - 1987

Titolo originale: The Tommyknockers

Traduzione italiana: Tullio Dobner

TRAMA  La scrittrice Roberta Anderson scopre un giorno, nel bosco dietro casa, un'astronave sepolta lì da milioni di anni e che tuttavia vibra ancora di un'ignota forma di vita. Con cautela, la donna inizia a scavare per disseppellirla e, man mano che procede, gli abitanti del borgo in cui lei risiede cominciano a cambiare, fondendosi in un'unità spaventevole asservita ai misteriosi esseri che ogni notte bussano alle loro porte: i Tommyknocker...




CURIOSITA'
il giornalista David Bright è lo stesso de 'La zona morta'
- è citato It quando un personaggio, guidando verso Derry, ha una allucinazione di un clown con monete al posto degli occhi
- Gardener si ritrova su una spiaggia dopo una sbornia e incontra un ragazzo di nome Jack (vedi 'Il Talismano')
- viene citata la famosa scena del film 'Shining' in cui Jack sfonda la porta del bagno a colpi d'ascia
- pubblicato nella prima edizione italiana solo col titolo 'Le Creature del Buio' 
- nel 1984 uscì una breve storia che poi fu inserita nel romanzo in una versione revisionata: "Le rivelazioni di 'Becka Paulson", pubblicata in Italia su 'Se mi tocchi ho un brivido' (Salani '92) 

ADATTAMENTI  Nel 1993 è uscita una serie Tv

Opinioni personali  Non mi è dispiaciuto come libro (anche se un po' troppo lungo). Poco conosciuto tra il grande pubblico, ma comunque una discreta storia, che nel finale riesce anche a commuovere.  
VOTO: 6/7



MISERY - 1987

Titolo originale: Misery

Traduzione: Tullio Dobner

TRAMA  Paul Sheldon, un celebre scrittore, dopo un incidente d'auto, viene sequestrato in una casa isolata del Colorado da una sua fanatica ammiratrice. Affetta da gravi turbe psichiche, la donna non gli perdona di avere "eliminato" Misery, il suo personaggio preferito, e gli impone, tra terribili sevizie, di "resuscitarla" in un nuovo romanzo. Paul non ha alternative, rendendosi conto che a volte la salvezza può essere peggio della morte...




CURIOSITA'
- nel romanzo compare la sua prima macchina da scrivere, una Underwood che perde alcune lettere
- c'è un piccolo riferimento a 'Shining'
- doveva essere un lavoro di Bachman, dopo 'L'occhio del male'
- in origine doveva essere un racconto intitolato 'The Annie Wilkes Edition', in cui Annie obbligava Paul a scrivere un romanzo, lo uccideva e rilegava il libro con la sua pelle

ADATTAMENTI  Rob Reiner ne ha tratto il famoso film Misery non deve morire (1990), con Kathy Bates

Opinioni personali  Qui è trattato in modo unico e originale il problema della paura degli scrittori di grido verso i propri fan più accaniti. Il romanzo è veramente accattivante e pieno di suspense, nonostante la location statica. Ammirevole lo sforzo di inserire un romanzo nel romanzo, infatti nel libro sono riprodotte le pagine del libro che Paul sta riscrivendo, una storia ottocentesca in stile vittoriano; un esercizio di stile encomiabile.  
VOTO: 7,5


LA CHIAMATA DEI TRE - 1987

Titolo originale: The Drawing of the Three

Traduzione : Tullio Dobner

TRAMA  E' il secondo capitolo della serie 'La Torre Nera'. L'uomo in nero aveva predetto la sorte a Roland  con un mazzo di tarocchi, estraendone tre carte: il Prigioniero, la Signora della Ombre e la Morte. "Ma non per te", aveva precisato. Ora il pistolero è sulla spiaggia del Mare Occidentale, dopo un sonno durato forse anni. Dovrà trovare le tre porte spazio-temporali per entrare nel nostro mondo e raggiungere i tre predestinati. Mentre medita su come individuarle, mostruose creature emergono dalle acque e tentano di divorarlo, ferendolo. Intossicato dal veleno, debole e febbricitante, Roland capisce che la sua ricerca è diventata come non mai questione di vita o di morte...



Opinioni personali  Trai miei preferiti dell'intera saga. Ricco di immagini suggestive e originalissime. Proietta vividamente nei luoghi descritti. Tensione assicurata nei viaggi spazio-temporali, dove troviamo un Roland spaesato e meno sicuro di sè.  

VOTO: 7/8



GLI OCCHI DEL DRAGO - 1987

Titolo originale: The Eyes of the Dragon

Traduzione: Tullio Dobner


TRAMA  Una storia fantasy di eroi, principi e stregoni, una favola per tutte le età. Nel regno di Delain, il vecchio re Roland vive i suoi ultimi giorni con la certezza di lasciare il trono nelle fidate mani di Peter, il figlio primogenito, valoroso e leale. Ma il malvagio Flagg, mago di corte, da secoli aspetta di prendere il potere e, morto misteriosamente Roland, imprigiona Peter con la terribile accusa di aver avvelenato il padre...





CURIOSITA'
- inizialmente intitolato 'Napkins'
- illustrazioni di David Palladini
- Re Roland è un evidente omaggio al pistolero di Gilead (Roland Deschain), ma non c'entra nulla con lui; mentre invece il mago Flagg è una delle tante forme in cui si manifesta Randall, il Tizio che cammina (L'ombra dello scorpione/ La Torre Nera)
- il regno di Delain fa parte anch'esso del mondo della Torre
- uscì per la prima volta in una esclusiva edizione limitata nel 1984, edita dalla Philtrum Press (casa editrice di King), coi disegni di Kenny Ray Linkous



Opinioni personali  Mi ha sorpreso piacevolmente. Quando King si cimenta nel fantasy è davvero bravo. La trama tiene incollati al libro. Ho trovato geniale e ingegnosa la soluzione del finale, ma... non vi anticipo nulla: dovete leggerla!  
VOTO: 7+




IT - 1986

Titolo originale: It

Traduzione italiana: Tullio Dobner

TRAMA  In una ridente cittadina americana, un gruppo di ragazzini, esplorando per gioco le fogne, risveglia da un sonno millenario una creatura mostruosa: It. Quando, molti anni dopo, It ricompare a chiedere il suo tributo di sangue, gli stessi ragazzini, diventati adulti, abbandonano tutto per tornare a combatterla. E l'incubo ricomincia...








CURIOSITA'

- doveva intitolarsi 'Derry' (il nome della città immaginaria in cui è ambientato)
- Derry compare per la primissima volta in The Bird and the Album (1981), poi incorporato in It
- compare il cuoco di colore di Shining: Dick Halloran, che ha salvato il padre di Mike Hanlon dall'incendio al Punto Nero
- tutti e sette i protagonisti hanno caratteristiche fisiche o attributi che ne fanno degli esclusi, degli emarginati
  Bill è balbuziente; Ben è grasso; Beverly è povera; Richie è occhialuto; Eddie ha l'asma; Stan è ebreo; Mike è nero
- un personaggio minore si chiama Koontz, come lo scrittore americano di thriller rivale negli Usa di King
- si fa riferimento a un certo serial-killer di Castle Rock de La Zona Morta

ADATTAMENTI  Nel '90 uscì la serie Tv della Warner Bros. con Tim Curry nel ruolo di Pennywise. In uscita l'8 settembre 2017 in America la prima di due parti del primo adattamento per il cinema, diretto da Andy Muschietti (in Italia dal 21 settembre)

Opinioni personali  Senz'altro uno dei più belli, se non il più amato. King ha creato nell'immaginario collettivo una figura unica, che rappresenta il Male in tutte le sue forme, come concetto universale. Il clown assassino di King è diventato nel tempo l'immagine simbolo di tutta la produzione kinghiana. Ma il grande successo di questo opus magnum è senz'altro dovuto alla bellissima storia di amicizia fraterna che racconta. Si percepisce la presenza concreta di quella che definirei Magia Bianca, una forza devastante in grado di superare tutto. Un Amore universale. Ecco, credo che 'It' non sia un romanzo horror, ma una splendida storia d'amore.  
VOTO: 10


SCHELETRI - 1985

Titolo originale: Skeleton Crew

Traduzione italiana: Tullio Dobner, Bruno Amato, Maria Barbara Piccioli, Olivia Crosio, Sofia Mohamed Hagi Hassan, Maria Grazia Laviano

Si dice che ognuno nasconda una paura segreta seppellita in qualche angolo della mente: le storie qui narrate la riportano in superficie. Un supermercato diventa l'ultimo baluardo dell'umanità; un ragazzo costruisce una macchina che realizza i sogni come pure gli incubi; un grazioso giocattolo diventa pericoloso; e poi camion vendicativi, demoni seducenti, oscene presenze e angeli di grazia... Si fondono qui vecchie immagini di orrore con l'iconografia della vita quotidiana nell'America di oggi.



CURIOSITA' 


 - il racconto 'La zattera', scritto nel '68, venne venduto nel '69 alla rivista Adam, che pagò King solo alla avvenuta pubblicazione, ma King non ha mai visto il numero in uscita e ha perso il manoscritto originale

ADATTAMENTI  The Mist (2007) tratto da La nebbia, racconto da cui è derivata anche una serie tv al debutto il 22 giugno 2017; Il Word processor degli dèi (1984), per la serie Tales from the darkside. Dal racconto La nonna sono stati tratti un episodio per Ai confini della realtà (1985) e un film del 2014 (Mercy)
La Plan B ha opzionato i diritti per fare un film dal racconto Il viaggio (The Jaunt); mentre la Dimension sta producendo una versione per la tv di The Mist, in arrivo nel 2017

Opinioni personali Non è una delle migliori raccolte di King, a mio avviso, ma è passato molto tempo da quando la lessi. Il Re ha dato il meglio in A volte ritornano per quanto riguarda i racconti horror. Spicca, però, il racconto lungo 'La nebbia' da cui è stato tratto un bellissimo film nel 2007 che ha un finale alternativo meritevole di essere visto.
VOTO: 6,5
I 22 racconti:

La nebbia
Tigri!
La scimmia
Caino scatenato
La scorciatoia della signora Todd
Il viaggio
Marcia nuziale
Ode del paranoide
La zattera
Il word processor degli dèi
L'uomo che non voleva stringere la mano
Sabbiature
L'immagine della Falciatrice
Nona
Per Owen
L'arte di sopravvivere
Il camion dello zio Otto
Consegne mattutine - Lattaio nr.1
Quattroruote: la storia dei bei lavanderini - Lattaio nr.2
La nonna
La ballata della pallottola flessibile
Il braccio



L'OCCHIO DEL MALE - 1984

Titolo originale: Thinner

Traduzione italiana: Franco Brera

TRAMA  Billy Halleck è un avvocato che conduce una vita pacifica, a parte alcuni problemi di sovrappeso, in una cittadina di provincia. Un giorno investe accidentalmente una vecchia zingara che muore sul colpo. Essendo un notabile, Billy al processo viene assolto, ma gli piove addosso la maledizione di uno zingaro e la sua vita si trasforma in un inferno, come quella di chi lo ha favorito. Se lui inizia a perdere peso, al giudice che non lo ha condannato crescono le squame, mentre il poliziotto che ha cacciato gli zingari si vede la pelle marcire...





CURIORITA'
- scritto con lo pseudonimo di Richard Bachman
- viene citato Stephen King da uno dei personaggi
- doveva intitolarsi Gipsy Pie
- fu l'ultimo romanzo pubblicato solo col nome Richard Bachman: il commesso di una libreria s'insospettì e scoprì che dietro al nome fasullo c'era Stephen King

ADATTAMENTI  E' del 1996 il film omonimo di Tom Holland


Opinioni personali  Un  buon libro, niente di pretenzioso però. Un horror ricco di particolari disgustosi, per gli amanti del genere.  
VOTO: 6+



IL TALISMANO - 1984

Titolo originale: The Talisman

Traduzione italiana: Tullio Dobner

TRAMA  Un romanzo di fantasia, avventura e terrore nato dalla collaborazione di due maestri dell'horror. Un mondo misterioso e raccapricciante, celato in un'altra dimensione, è il luogo oscuro che un ragazzo deve attraversare nel suo viaggio alla ricerca di un leggendario cristallo dotato di poteri magici.


CURIOSITA'
- scritto insieme a Peter Straub 
- i due autori scrivevano i capitoli rimpallandosi a distanza i pezzi del romanzo via modem
- troviamo molti collegamenti con la Torre Nera
- pare che la base del romanzo sia stato un brano di narrativa di King intitolato 'Verona Beach'

ADATTAMENTI  - da anni Steven Spielberg detiene i diritti per farne un film, mai realizzato per il budget elevato che richiede la produzione

Opinioni personali Una storia bellissima che ricorda le favole antiche; un viaggio tra mondi immaginari e personaggi bizzarri e inquietanti che mi ha fatto pensare un po' alla Storia infinita di Ende. Se avete figli sotto i 15 anni e non sapete cosa fargli leggere del Re, questo è l'ideale.


VOTO: 8




UNICO INDIZIO LA LUNA PIENA - 1983

Titolo originale: Cycle of the Werewolf 

Traduzione italiana : Carlo Brera

TRAMA Un grido da un uomo sepolto sotto la neve. Nella notte di San Valentino una donna orribilmente fertita viene trovata agonizzante nella sua camera da letto. Ad ogni luna piena i morti si susseguono con regolarità in un'isolata cittadina del Maine. Uno spirito maligno è uscito dalle tenebre, ed è assetato di sangue: uccide e sbrana ogni essere vivente. Alla fine dell'anno, mentre il paese è in festa, qualcuno spara un proiettile d'argento: la sola cosa che uccide i lupi mannari. Qual è la vera identità del mostro?





CURIOSITA'

- inizialmente intitolato 'Silver Bullet'
- illustrato da Berni Wrightson
- la prima idea era di fare un calendario con disegni di Wrightson e commento di King, poi è diventato un
romanzo breve
- Tarker's Mill è vicina a Chester's Mill, luogo in cui è ambientato The dome; sono chiamate Twin Mills (Mulini Gemelli)
- è fuori catalogo in Italia, non viene più stampato

ADATTAMENTO  Ne è stato tratto un filmetto nel 1985
 
Opinioni personali  Originale l'idea di aver diviso i capitoli in base ai mesi dell'anno; la storia è coinvolgente, e la scoperta dell'identità dell'assassino è una vera sorpresa.  
VOTO: 6/7



PET SEMATARY - 1983

Titolo originale: Pet Sematary

Traduzione italiana: Hilia Brinis

TRAMA  In un giorno di fine estate, la famiglia Creed si trasferisce in un tranquillo sobborgo residenziale di una cittadina del Maine. Vicino alla loro casa, al centro di una radura, sorge Pet Sematary, il cimitero dei cuccioli, un luogo dove i ragazzi del circondario usano seppellire i propri animali. Presto, però, la vita serena dei Creed viene sconvolta da una serie di avvenimenti inquietanti e dal ridestarsi di forze oscure e malefiche...

CURIOSITA'
- King ha preso spunto per questo libro da un cimitero per animali vicino a casa sua
- Cujo viene menzionato quando un personaggio ricorda "... c'è l'idrofobia, nel Maine, oggi. E' molto diffusa. C'è stato il caso di un grosso San Bernardo che è diventato idrofobico, un paio di anni fa, ed ha ucciso quattro persone. Un fatto drammatico, non gli avevano fatto l'iniezione..."
- pare che King non volesse pubblicare il romanzo, perchè troppo morboso; anche sua moglie Tabitha lo trovava molto macabro
- il libro riprende un episodio realmente accaduto in casa King: la morte del gatto della figlia Naomi schiacciato da un camion
- nel romanzo Insomnia ('94) viene ritrovata la scarpa di Gage nel covo di Atropo

ADATTAMENTI  Il film Cimitero vivente di Mary Lambert (in cui compare King stesso) è del 1989; è in previsione un remake prodotto da Jeff Buhler

Opinioni personali  Non mi ha colpito molto, forse dovrei rileggerlo. A molti è parso troppo crudo per il tema sul ritorno in vita dei morti, ma a me non ha suscitato nessuna indignazione. Nota positiva, la commozione che suscita la sofferenza del padre per la morte del figlioletto Gage.  
VOTO: 6/7




CHRISTINE - 1983

Titolo originale: Christine

Traduzione italiana: Tullio Dobner

TRAMA Tre amici vivono tranquilli la loro adolescenza in una cittadina di provincia. Finchè non compare Christine, un'auto - una Plymouth del 1958 - che Arnie, uno dei ragazzi, vuole a tutti i costi rimettere a nuovo. Un'impresa che per lui si trasforma in ossessione, mentre la macchina inizia a manifestare vita propria. E per le strade buie del paese la gente inizia a morire...

CURIOSITA'
- R. LeBay e Christine compaiono in 'It'
- per il libro King si accontentò di un solo dollaro di anticipo perchè secondo lui era più importante investire sui giovani



ADATTAMENTI  Christine-La macchina infernale, regia di J. Carpenter (1983)

Opinioni personali  Non male come romanzo, ma non è tra i miei preferiti.

VOTO: 6,5

STAGIONI DIVERSE - 1982

Titolo originale: Different Seasons

Traduzione italiana: Bruno Amato, Paola Formenti, Maria Barbara Piccioli

Quattro racconti tra l'orrore e l'avventura, l'incubo e la fantasia. Il riscatto di un uomo condannato ingiustamente per omicidio. Il morboso rapporto tra un adolescente e un ex nazista. Quattro ragazzini alla ricerca del cadavere di un coetaneo. Una donna che partorisce in circostanze surreali. Sono storie che hanno come protagonisti mostri moderni.





CURIOSITA' 

- Chris fa di cognome Chambers, lo stesso del piccolo Jake della Torre Nera
- nella novella Il corpo sono presenti due storie nella storia: Stud City, che contiene la storia del fratello maggiore di Gordie e La vendetta di Culo di Lardo Hogan, storiella divertente che Gordie racconta agli amici
- il bimbo scomparso proviene dallo stesso paese di Carrie: Chamberlain
- Asso e Vern vengono nominati nel racconto Nona (Scheletri)
- nella novella Un ragazzo sveglio si cita il serial killer del racconto Primavera da fragole (A volte ritornano)
- King venne accusato di plagio da parte di George MacLeod per il racconto Il corpo. MacLeod, ex compagno di college di King, sosteneva che King avesse preso spunto per la storia da una vicenda personale che MacLeod gli avrebbe raccontato in passato

ADATTAMENTI  Da questa raccolta sono stati tratti 3 stupendi film: Le ali della libertà ('94), Stand by Me-Ricordo di un'estate ('86) e L'Allievo ('97); in progetto ci sarebbe una serie tv ispirata all'ultima novella Il metodo di respirazione

Opinioni personali  Che dire? Ogni storia meriterebbe un libro a sè. Spiccano Rita Hayworth e la redenzione di Shawshank e Il corpo (Stand by me). Attraverso questi due racconti ho conosciuto un King nuovo, profondo e nostalgico, che si discosta dall'etichetta di scrittore horror commerciale, dimostrando ai suoi detrattori che è un autore a tutto tondo.  
VOTO: 9
I 4 racconti:

Rita Hayworth e la redenzione di Shawshank
Un ragazzo sveglio
Il corpo
Il metodo di respirazione



L'ULTIMO CAVALIERE - 1982

Titolo originale: The Gunslinger

Traduzione italiana: Tullio Dobner

TRAMA  E' il primo capitolo della saga western-fantasy della Torre Nera, ambientata in un mondo di atmosfere sinistre e macabre minacce. Qui, in uno sconfinato paesaggio apocalittico, l'eterno scontro fra il bene e il male si incarna in uno dei più evocativi personaggi concepiti dall'autore: Roland di Gilead, l'ultimo cavaliere, leggendario eroe solitario sulle tracce di un enigmatico uomo in nero, verso una misteriosa Torre proibita.




CURIOSITA'
- l'intera saga è ispirata ad una poesia che King aveva studiato qualche anno prima, durante un corso sui poeti romantici, si tratta di Childe Roland To The Dark Tower Came di Robert Browning
- in principio uscì in 5 puntate sulla rivista The Magazine of Fantasy and Science Fiction, dall'ottobre 1978 al novembre '81; raccolto per la prima volta nel 1982 in edizione limitata da una piccola casa editrice. Nel 2003 è uscita una versione ampliata e riveduta


ADATTAMENTI  Il primo film tratto dalla saga di Roland dovrebbe debuttare al cinema nel 2017. La Sony ha affidato la regia a Nikolaj Arcel. Il progetto (a lungo rimandato) alternerà ai film alcune serie Tv

Opinioni personali  Una volta finito di leggerlo sarete divorati dalla voglia di conoscere il seguito. Già dal primo volume ho intuito che la storia di Roland sarebbe stata una delle più belle che abbia mai letto. Atmosfere uniche in cui si mescolano maghi e pistole, la fantasia con la realtà. E' un libro breve, quasi solo introduttivo, ma vi butta subito nella mischia, facendo capire che Roland di Gilead sarà una delle più affascinanti creazioni del Re.  
VOTO: 8





L'UOMO IN FUGA - 1982

Titolo originale: The Running Man

Traduzione italiana: Delio Zinoni

TRAMA  I giochi televisivi del XXI secolo sono agghiaccianti. Devono esserlo per distrarre la gente dall'orrore della realtà. Ben Richards ne è consapevole, eppure decide di partecipare al gioco più spietato di tutti: L'UOMO IN FUGA. Braccato da una squadra di killer, dovrà sfuggire alla morte per un mese, in cambio di un montepremi che cresce di 100 dollari all'ora. Ben è l'Uomo in fuga che tiene l'America col fiato sospeso.

CURIOSITA'
- pubblicato col nome di Richard Bachman
- nella sua fuga Ben arriva fino a Derry, la famosa cittadina di 'It' e molti altri romanzi di King
- ne è stato tratto anche un videogioco
- in Italia uscì per la collana Urania col solo nome di Bachman in copertina
- King disse di averlo scritto in 72 ore, ma nel saggio 'On writing' afferma di averci messo una settimana

ADATTAMENTI  Schwarzenegger è protagonista del film L'Implacabile del 1987

Opinioni personali  Bellissimo, coinvolgente, spaventoso e molto incalzante, coi paragrafi che partono dal n.100 andando a ritroso, in un conto alla rovescia senza sosta. Lo consiglio agli appassionati di fantascienza; offre una visione estremizzata del futuro della società umana.  

VOTO: 7,5



CUJO - 1981

Titolo originale: Cujo

Traduzione italiana: Tullio Dobner

TRAMA A Castle Rock, una sonnolenta cittadina del Maine, la vita scorre sui soliti binari. Cujo, il docile San Bernardo del meccanico, scorrazza libero per la campagna... finchè, una notte, il suo padroncino, aprendo la porta del ripostiglio, non vede due occhi di fuoco emergere dal buio. Chi da quel momento semina ovunque il terrore? E' forse Cujo che, diventato idrofobo, si è trasformato in un terribile mostro assassino?




CURIOSITA'
- compare l'assassino Dodd de 'La zona morta'
- viene riassunta la vicenda narrata ne 'La zona morta'
- nell'ottobre '81 comparve sul Ladies Home Journal una sorta di "estratto" del romanzo: "The Monster in the Closet", 'Il mostro nell'armadio'
- nel dialetto di Mejis la parola 'Cujo' significa "dolcezza mia"

ADATTAMENTI  E' del 1983 il film di Lewis Teague. E' in vista un remake dal titolo C.U.J.O (Canine Unit Joint Operations), che non dovrebbe c'entrare nulla col romanzo

Opinioni personali   Interessante l'esercizio letterario dell'autore che prova a pensare come farebbe un cane. E' una pura storia di paura, totale intrattenimento, non aspettatevi dunque chissà che. E nel finale è molto, ma molto crudele, vi assicuro.  

VOTO: 6,5



DANSE MACABRE - 1981

Titolo originale: Danse Macabre

Traduzione italiana: Edoardo Nesi

E' la prima opera di non-fiction scritta da Stephen King. Si tratta di un insieme di lezioni che King tenne nel 1979 all'Università del Maine.
In questo saggio (rivisitato in seguito) troviamo una panoramica dettagliata di testi di letteratura horror e titoli di film, con tanto di analisi critica personale dell'autore.





CURIOSITA'
- il titolo dell'opera è ispirato all'omonima poesia di Charles Baudelaire
- la prima edizione italiana Theoria era incompleta; dal '92 in poi è stata aggiornata
- l'opera è nata da un ciclo di lezioni che King ha tenuto nel '79 presso l'Università del Maine
- era fuori catalogo fino a poco tempo fa, ma nel 2016 è uscita per Frassinelli l'edizione aggiornata a cura di Giovanni Arduino

Si fanno molti riferimenti a testi, pellicole e anche canzoni che fanno parte esclusivamente della cultura americana più profonda e meno conosciuta, e che non tutti in Italia conoscono. Proprio per questo è un testo utile a chi vuole ampliare la propria cultura.




USCITA PER L'INFERNO - 1981

Titolo originale: Roadwork

Traduzione italiana: Tullio Dobner

TRAMA  Un uomo come tanti, una vita regolare, un buon lavoro, una moglie affettuosa e una tragedia nel passato: la morte del figlio Charles, ancora bambino. Da allora George e sua moglie hanno cercato di andare avanti come se nulla fosse. Ma nulla è più come prima. Costretto ad abbandonare la casa e la lavanderia in cui lavora per consentire la costruzione di un inutile prolungamento autostradale, George si ribella. Si barrica in casa munito di armi ed esplosivi, deciso a portare a termine il suo disperato progetto.



CURIOSITA'
- scritto sotto il nome di Richard Bachman
- King affermò di aver proiettato nel personaggio di George il dolore per la morte di cancro della madre, scomparsa nell'anno precedente
- viene nominata la catena di lavanderie Blue Ribbon, la stessa per cui lavora la madre di Carrie


Opinioni personali  E' una classica storia in stile Bachman, l'alterego di King. Gli appassionati del genere la apprezzeranno sicuramente; c'è tutta l'esasperazione di un uomo che sente di aver perso tutto, e che non ci sta più a perdere. Sotto un certo punto di vista obbliga a riflettere, dopotutto è una storia molto reale, di quelle che potrei sentire al telegiornale.  
VOTO: 6,5



L'INCENDIARIA - 1980


Titolo originale: Firestarter

Traduzione italiana: Maria Grazia Prestini

TRAMA "La Bottega", un'agenzia governativa con lo scopo di sviluppare facoltà psichiche eccezionali, viene a conoscenza dell'esistenza di Charlie, una bimba dotata di un'energia terrificante e distruttiva, e cerca con ogni mezzo di acciuffare la piccola. Quando ci riesce si sforza di indirizzare verso il male le sue capacità. Ma non ha calcolato che anche una bambina di otto anni può vendicarsi...







CURIOSITA'
- un'edizione limitata del libro venne pubblicata con la copertina di amianto
- gli esperimenti sulla psiche sono stati realmente effettuati negli anni '50-'60

ADATTAMENTI  Fenomeni paranormali incontrollabili (1984), con Drew Berrymore e Martin Sheen

Opinioni personali Riguardo alla suspence il Re è sempre un grande maestro. Personalmente, però, ho preferito altri romanzi a questo.
VOTO: 6,5


LA ZONA MORTA - 1979

Titolo originale: The Dead Zone

Traduzione italiana: A. Terzi

TRAMA Risvegliatosi da un coma durato quattro anni, Johnny scopre di possedere un dono meraviglioso e inquietante al tempo stesso: è capace di scoprire i segreti della mente, del passato e del futuro delle persone attraverso un semplice contatto fisico. Un giorno Johnny stringe la mano di un ambizioso uomo politico e viene a conoscenza di un avvenire così incredibile che solo lui può credere vero e, quindi, fermare. Purtroppo, però, è solo...




CURIOSITA'
- è il primo romanzo ambientato a Castle Rock
- viene menzionato il libro di Carrie
- Richard Dees ('Il volatore notturno'-Incubi&Deliri) è il giornalista che intervista Johnny per Inside View
- l'ultimo numero su cui punta Johnny alla Ruota della Fortuna è il 19
- Frank Dodd ha realmente ucciso 7 donne negli anni che vanno da 1970 al 1975
- Sarah prende in affitto un appartamento in Flagg Street...
- in un cimitero compaiono le lapidi delle famiglie Marsten (Le notti di Salem) e Pillsbury (cognome della madre di King da nubile)
- L'episodio 1 della stagione 16 dei Simpson fa una parodia del libro: "The Ned Zone"
- il n.27 di Dylan Dog, 'Ti ho visto morire', è ispirato chiaramente a questo romanzo

ADATTAMENTI  David Cronenberg ha girato il film omonimo del 1983. Ne è stata tratta una serie tv di 6 stagioni (The Dead Zone), dal 2002 al 2007

Opinioni personali Un romanzo che a dispetto del titolo ho trovato profondamente tenero e a tratti struggente. Come restare insensibili al dramma umano del protagonista, che una volta rinvenuto dal coma scopre che la donna che amava si è rifatta una vita? King dimostra di saper indagare l'animo umano con quella che definirei una grande 'intelligenza emotiva'.
     VOTO: 7+


LA LUNGA MARCIA - 1979

Titolo originale: The Long Walk

Traduzione italiana: Beata della Frattina

TRAMA  Dal confine con il Canada fino a Boston. A piedi. Una sfida mortale per cento volontari. Chi vincerà raccoglierà da solo gli onori, la gloria e il premio. Sarà anche solo a ricordare i compagni di quei maledetti giorni di marcia. De Vries, Olson, Baker e tutti gli altri che un regolamento implacabile ha eliminato dalla gara e dalla vita. Un vero e proprio incubo 'on the road'.


CURIOSITA' 
 - pubblicato con lo pseudonimo di Richard Bachman
- uscito la prima volta in Italia col solo nome di Bachman in copertina per la collana Urania 
- è stato il primo vero romanzo completato da King all'epoca in cui era matricola all'Università di Orono




Opinioni personali Forse il più bel romanzo della serie firmata Richard Bachman. Una storia crudelissima e spietata, che a distanza di tempo ancora ricordo di aver letto con piacere; qui King ha dimostrato appieno le sue spiccate doti di intrattenitore.
VOTO: 7,5



L'OMBRA DELLO SCORPIONE - 1978


Titolo originale: The Stand

Traduzione italiana: Bruno Amato-Adriana Dell'Orto

TRAMA   L'errore di un computer e l'incoscienza di pochi uomini scatenano la fine del mondo. Ad un segretissimo laboratorio sfugge un virus che semina morte e terrore. Il 99% della popolazione non sopravvive all'epidemia e per i superstiti c'è una guerra da combattere, una lotta eterna tra chi ha seguito il Bene appoggiandosi alla fragile Mamma Abagail, la veggente ultracentenaria, e chi invece calca le orme di Randall Flagg, il Senza Volto dal sorriso tremendo e spaventoso.





CURIOSITA' 
- la prima edizione venne ampliamente tagliata per motivi commerciali
- a oltre dieci anni dalla pubblicazione (nel '90) King ha riproposto il romanzo nella lunghezza originale, riscrivendo la storia per una nuova generazione di lettori
- il virus 'Captain Trips' era già presente nel racconto Risacca notturna pubblicato da King nel 1969 sulla rivista Ubris
- il nome "Captain Trips" deriva dal soprannome del cantante dei Grateful Dead
- Randall Flagg si ritrova in molti romanzi di Stephen King, tra cui 'Gli Occhi del Drago' e nella serie 'La Torre Nera'
- Harold Lauder vive in Arapahoe Street, la stessa strada dove abitava la famiglia Torrance di Shining
- il n.77 di Dylan Dog ('L'ultimo uomo sulla terra') cita questo romanzo, si parla infatti del "super-raffreddore" che ha decimato la popolazione di Londra
- La Marvel ne ha tratto una serie a fumetti molto fedele, pubblicata da Bompiani in Italia

ADATTAMENTI  Nel '94 uscì la serie di Mick Garris. Ora è in previsione un film per il cinema diretto da Josh Boone

Opinioni personali  L'opera è davvero titanica, soprattutto se pensiamo alla varietà di personaggi e luoghi, e la trama è magistralmente sviluppata. Inevitabile affezionarsi ai personaggi, come numerosi lettori hanno a profusione dichiarato. A tratti visionario, anticipatore di un futuro apocalittico ripreso in seguito dal cinema e dalla letteratura. Tra i miei 10 preferiti. Il mio voto è alto.
VOTO: 8,5


A VOLTE RITORNANO - 1978

Titolo originale: Night Shift

Traduzione italiana: Hilia Brinis

Venti interminabili racconti dove la paura serpeggia e colpisce ad ogni pagina. Mentre l'uomo piega a sè le leggi di natura, affidando il controllo della propria esistenza alla tecnologia, inquietanti segnali premonitori giungono dalle sue sofisticate creature. Quando le forze di un mondo misterioso e occulto si scatenano ha inizio un lungo e agghiacciante incubo.





CURIOSITA'
- dai racconti di questa raccolta sono stati tratti molti film: 'Grano rosso sangue', 'Brivido', 'La creatura del cimitero', 'A volte ritornano', 'The Mangler', 'Trucks', 'L'occhio del gatto' (2 episodi)
- Dal racconto 'Risacca notturna' King ha sviluppato l'idea per il romanzo 'L'ombra dello scorpione'

ADATTAMENTI  The Mangler (1995), tratto da Il compressore; The Boogeyman ('82), cortometraggio da Il Baubau; Campo di battaglia (2006), episodio della serie Incubi&Deliri; Brivido (1986), film tratto da Camion diretto da Stephen King; Trucks ('97), tratto sempre da Camion; A volte ritornano (1991); Il cornicione ('85), episodio de L'occhio del gatto; The Lawnmowerman ('87), cortometraggio tratto da La falciatrice; Quitters, Inc. ('85), episodio de L'occhio del gatto; Grano Rosso Sangue (1984), tratto da I figli del grano; I discepoli del corvo ('83), cortometraggio da I figli del grano; The last rung on the ladder ('86), cortometraggio da L'ultimo piolo; L'uomo che amava i fiori (Zimmerman ne ha girato un film che deve ancora uscire); One For the Road, film di Corey Norman tratto da Il bicchiere della staffa (non ancora uscito); The Woman in the Room ('83), cortometraggio di Darabont tratto da La donna nella stanza;

Opinioni personali  Forse la migliore antologia del Re; qui il King giovane stava dando il meglio di sè, con storie nere nel vero senso della parola, dove trasudano paure e superstizioni ancestrali. Voto oscillante.

VOTO: 7/8 
 I 20 racconti:

Jerusalem's Lot
Secondo turno di notte
Risacca notturna
Io sono la porta
Il compressore
Il Baubau
Materia grigia
Campo di battaglia
Camion
A volte ritornano
Primavera da fragole
Il cornicione
La falciatrice
Quitters, Inc.
So di che cosa hai bisogno
I figli del grano
L'ultimo piolo
L'uomo che amava i fiori
Il bicchiere della staffa
La donna nella stanza



OSSESSIONE - 1977


Titolo originale: Rage

 Traduzione italiana: Tullio Dobner

TRAMA  Charlie è un ragazzo qualunque, ma nella sua testa qualcosa reagisce in modo anomalo alle sfide  e alle ingiustizie di una vita fatta di bravate tra ragazzi e avventure con adolescenti. La sua rabbia esplode una mattina a scuola, durante una lezione: pistola in pugno, Charlie coinvolge nella sua intima ossessione la vita e il destino di una classe intera. Vengono alla luce segreti di sesso, sangue e odio; cala la maschera dell'ipocrisia in una confessione tragica e liberatoria. Qualcuno pagherà con la vita, altri perderanno la reputazione, altri ancora la sanità mentale.




CURIOSITA'
- inizialmente intitolato 'Getting it on'; è stato scritto in tarda adolescenza, si tratta del primo vero tentativo di romanzo di King. Pubblicato molti anni dopo con il nome di Richard Bachman (è il primo romanzo ad uscire con questo pseudonimo)
- il padre di Charlie è un appassionato dei libri di Richard STARK, pseudonimo di Donald Westlake. STARK è lo pseudonimo che usa il protagonista de 'La metà oscura'.
- Charlie a un certo punto dice di sentirsi come WILD BILL HICKOK, che troviamo ne 'Il Miglio Verde' quando Edgecombe dà a William Warton il soprannome Wild Bill.
- King decise di ritirarlo dalla stampa dopo che alcuni fatti di cronaca vennero associati al romanzo: nell'armadietto dello studente Michael Carneal, che sparò a tre suoi compagni il 1°dicembre 1997 in Kentucky, fu trovata proprio una copia di 'Ossessione'

Opinioni personali  Il libro è poco conosciuto tra il grande pubblico, anche perchè è stato messo da tempo fuori catalogo a seguito delle polemiche suscitate negli Usa dall'incrementarsi di episodi delittuosi all'interno delle scuole; si è voluto evitare di offrire a qualche lettore sprovveduto qualunque spunto di emulazione. Lo stesso King ha detto di non amare questo romanzo. Detto questo, il romanzo tiene il lettore in tensione fino all'ultimo. 
QUI LA MIA ANALISI
VOTO: 7+



SHINING - 1977


Titolo originale: The Shining

Traduzione italiana: Adriana Dell'Orto

TRAMA L'Overlook, un sinistro e imponente albergo tra le montagne del Colorado, è stato teatro di numerosi delitti e suicidi, e pare aver assorbito forze malefiche che si manifestano soprattutto d'inverno quando l'albergo chiude e resta isolato per la neve. Uno scrittore fallito, Jack Torrance, con la moglie Wendy e il figlio Danny di cinque anni, accetta di fare il custode invernale all'Overlook e a quel punto il male si scatena. Dinanzi a Danny, che è dotato di un potere extrasensoriale, lo 'shine', si materializzano le atrocità accadute nelle stanze dell'albergo, ma se il bambino si oppone a insidie e presenze, il padre invece ne rimane vittima.



CURIOSITA'
- pubblicato inizialmente in Italia col titolo 'Una splendida festa di morte', ha preso il definitivo titolo 'Shining' solo nel 1981, dopo il successo del film di Stanley Kubrick; King non ha apprezzato la pellicola del regista, perchè ha snaturato la sua opera, tant'è che nel '97 ne ha prodotto una sua versione per la Tv più fedele al romanzo
- esiste un prologo 'Before the Play' uscito su una rivista, mentre l'epilogo 'After the Play' venne accorpato alla fine del romanzo, ma l'intero originale è andato perduto
- il titolo è ispirato a una frase della canzone 'Instant Karma!' di John Lennon, dove si dice "We all shine on"
- doveva inizialmente intitolarsi 'Darkshine'
- Jack Torrance rispecchia la crisi di idee che ha attanagliato King in gioventù, e come King fa l'insegnante e mastica aspirine senz'acqua
- King fu suggestionato dal soggiorno nel 1975 presso il desolato Stanley Hotel ad Estes Park, dove gli venne assegnata la stanza 217
- fu il primo libro di King vietato nelle biblioteche scolastiche
- il 7 maggio 2016 è andata in scena a St. Paul (Minnesota) la prima opera lirica tratta da Shining

ADATTAMENTI  Stanley Kubrick girò il controverso film del 1980 con Jack Nicholson; nel 1997 è uscita una serie Tv di Garris con una sceneggiatura più fedele scritta da Stephen King

Opinioni personali  Se l'avete letto avrete notato la sostanziale differenza con la sceneggiatura del film che Kubrick ha tratto da questo libro. Il regista ha reinterpretato liberamente la figura di Jack, facendolo 'pazzo' fin dall'inizio, mentre nel romanzo di King il personaggio precipita col tempo nella follia. Per me è un buon libro, nonostante a molti pare non sia piaciuto granchè, anche forse per un finale non all'altezza.  
QUI LA MIA ANALISI
VOTO: 7+ 




LE NOTTI DI SALEM - 1975


Titolo originale: Salem's Lot

Traduzione italiana: Carlo Brera

TRAMA  A Marsten House, la dimora maledetta di 'Salem's Lot, una tranquilla cittadina americana, continuano ad accadere fatti strani, in particolare da quando due uomini misteriosi si sono stabiliti in quella casa, da anni abbandonata. Lo scrittore Ben Mears, tornato a 'Salem's Lot per cancellare incubi infantili, dovrà affrontare altri orrori, di quelli che fanno gelare il sangue nelle vene.






CURIOSITA' 
- doveva intitolarsi 'Second Coming', poi modificato in 'Jerusalem's Lot, quindi abbreviato dalla Doubleday in 'Salem's Lot' perchè si pensava che fosse un titolo troppo religioso
- è uscita un'edizione illustrata nel 2007, tradotta da Dobner e con allegate in appendice scene inedite che facevano parte del manoscritto originale
- i racconti Jerusalem's Lot e Il bicchiere della staffa (A volte ritornano) sono da considerarsi rispettivamente un antefatto e un sequel  
- ritroviamo Padre Callahan negli ultimi  volumi della Torre Nera


ADATTAMENTI  Due serie tv: una di Tobe Hooper del 1979 e un'altra più moderna del 2004 


Opinioni personali  Questa è la prima di tante storie che vedono come protagonista uno scrittore; suggestiva l'ambientazione che si rifà ai tòpoi classici della letteratura horror, rivisitando il genere vampiresco in modo originale. Perfetto per la lettura notturna (avrete davvero il dubbio che fuori dalla vostra finestra ci sia qualcuno...). L'ho rivalutato molto dopo la seconda lettura.
QUI LA MIA ANALISI
  VOTO: 7


CARRIE - 1974

Titolo originale: Carrie

Traduzione italiana: Brunella Gasperini

TRAMA  E' il primo romanzo che King riesce a farsi pubblicare. Carrie White, la protagonista, è una liceale che vive in una cittadina del Maine con una madre ossessionata dalla religione. Goffa, solitaria, vittima degli sberleffi dei suoi coetanei, Carrie scopre di avere poteri telecinetici, poteri che si erano già manifestati all'età di tre anni, dopo il primo choc della sua vita. Un giorno, l'innocente e sbeffeggiata Carrie userà il suo potere e ovunque sarà distruzione e morte.






CURIOSITA'
- il professore d'inglese di Carrie alle elementari si chiama Edwin King (Edwin è il secondo nome di King)
- Carrie White nel romanzo compie gli anni il 21 settembre, lo stesso giorno di King
 - un residente di Chamberlain si chiama Edward Cantor, come il nome intero di Eddie della Torre Nera: Edward Cantor Dean
- a King il libro non piaceva, ma sua moglie Tabitha lo recuperò e lo propose alla Doubleday
- la madre di Carrie lavora in una lavanderia Blue Ribbon, che ritroviamo nominata nel racconto 'Il compressore' (A volte ritornano) e nel romanzo 'Uscita per l'inferno'
- la storia di Carrie ha ispirato il fumettista Pasquale Ruju per l'albo n.135 di Dylan Dog, 'Scanner'

ADATTAMENTI  Brian De Palma fu il primo a far conoscere King al cinema col film Carrie, lo sguardo di Satana del 1976; nel 2002 è andato in onda solo in America un altro film diretto da David Carson; è del 2013 il remake al cinema con Julianne Moore

Opinioni personali Credo che se questo libro uscisse oggi risulterebbe ancora attuale, anche se nei primi anni '70 deve aver colpito molto di più il pubblico di quanto farebbe oggi, forse. La storia è coinvolgente e i personaggi accattivanti. Il lettore non potrà fare a meno di provare una forte empatia verso la sfortunata protagonista. Un esordio sorprendente, per un giovane King.  
QUI LA MIA ANALISI

VOTO: 7+

6 commenti:

  1. Complimenti...anche per la grafica, oltre che per il contenuto che, come al solito, non ha pecche! La mia pagella personale non coincide troppo con la tua...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Costanza. Eh sì, ognuno d'altronde ha la sua personale classifica ;-)

      Elimina
  2. Grandissimo lavoro! Complimenti! Pure io non concordo con alcuni voti (ma mi sembra normale) ma trama - curiosità - opinioni personali sono fenomenali!

    Marcello Trentini

    RispondiElimina
  3. Grande!
    Vedro' di rileggere qualche opera, mai fatto fino ad adesso.
    Condivido quasi tutti i voti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La rilettura è un'esperienza stupenda. :)

      Elimina