11 dicembre 2014

Il Miglio Verde: alcune curiosità sul film

Il 10 dicembre 1999 usciva al cinema Il Miglio Verde, il film di Frank Darabont tratto dal bellissimo romanzo di Stephen King. In occasione dell'anniversario dei 15 anni moviefone.com riporta alcune curiosità che non tutti conoscono.

1. Stephen King pubblicò la storia nel 1997 in 6 puntate, nello stile di Charles Dickens. Non invidiò Darabont che doveva riunire le parti in un unico copione.

2. Molti critici hanno visto in John Coffey la figura di Cristo (notare le iniziali J.C.), ma King ha detto di aver preso il nome da un professore che conosceva all'Emerson College di Boston.

3. Michael Clarke Duncan, prima di interpretare Coffey, aveva fatto il ruolo del buttafuori in alcuni film, lavori che svolgeva nella vita reale. Scherzava coi colleghi sui suoi sogni di Hollywood, e con 'Armageddon' ebbe la sua grande occasione. Sul set conobbe Bruce Willis, che a Darabont disse: "Ho trovato il tuo Coffey".

4. John Coffey doveva essere alto due metri, ma Duncan era un po' più basso. Alcuni trucchi e una prospettiva particolare della telecamera lo hanno fatto sembrare più alto.


5. King aveva immaginato Paul Edgecomb proprio come Tom Hanks, e Duncan è esattamente come vedeva nella sua mente Coffey.

6. Hanks avrebbe dovuto interpretare il ruolo di Paul a 108 anni, ma il make-up non era convincente; Darabont prese dunque per la parte l'82enne Dabbs Greer.


7. 'Il Miglio Verde' è stato l'ultimo film di Greer, che morì nel 2007. Era conosciuto per il ruolo del prete ne 'La casa nella prateria'.

8. Gran parte del film è stata girata in un teatro di posa a Hollywood, su un set limitato. Le riprese esterne sono state fatte successivamente, fuori da Nashville.

9. Percy Wetmore doveva essere un ragazzo sui 21 anni. L'attore che l'interpreta, Doug Hutchinson, aveva 39 anni all'epoca.


10. Anche se il libro è ambientato nel 1932, il film è spostato al 1935, in modo che Coffey possa vedere il film 'Top Hat'.

11. Durante una visita al set, Stephen King si è seduto su Old Sparky.

12. Tom Hanks, per interpretare la guardia carceraria, non ha dovuto badare al suo peso: "Non ho fatto alcun esercizio fisico" - ha detto - "Ho cercato di rimanere il più grosso possibile". In seguito ha dovuto perdere molto peso per interpretare il protagonista di 'Cast Away'.

13. Ebbene sì, Mr. Jingles era un topo addestrato, uno dei 30 tra cui scelsero.


14. Per ottenere che il topo andasse in una certa direzione, misero una ciotola rossa di cibo dove volevano che andasse. La stessa tecnica è stata usata per far spingere il rocchetto al topolino.

15. Per le scene più complicate che coinvolgevano Mr. Jingles sono state usate tecniche diverse, anche con l'ausilio del computer, come nella sequenza in cui Coffey resuscita il topo calpestato. La American Humane Association si è accertata che nessun topo vero fosse ferito durante le riprese.

16. I topi sono stati addestrati in tanti aspetti tranne uno. A un certo punto, mentre Hanks tiene un topo nel palmo della mano, questo si solleva da solo.

17. Alla fine del film, Mr. Jingles ha 64 anni, 9 volte più vecchio del topo più vecchio realmente esistente.

18. 'Il Miglio Verde' è il terzo film in cui Tom Hanks e Gary Sinise lavorano insieme, dopo 'Forrest Gump' e 'Apollo 13'.

19. Trentadue anni prima di fare 'Il Miglio Verde', Harry Dean Stanton era stato co-protagonista in un altro film carcerario 'Cool Hand Luke'.

20. Il film fu concluso un mese oltre la scadenza, ma Darabont fu comunque soddisfatto della fatica.

21. E' costato 60 milioni di dollari.

22. Ha incassato 138 milioni in Nord Amerca, mentre all'estero 153 milioni. E' il più clamoroso successo nazionale e internazionale mai realizzato da una storia di King.

23. Ha ottenuto 4 nomination agli Oscar: miglior film, miglior sceneggiatura, miglior attore non protagonista (Michael Duncan) e miglior Sound Mixing.

24. I critici si erano lamentati per la lunghezza eccessiva del film.

25. Esistono anche pagine facebook su Mr. Jingles.






Nessun commento:

Posta un commento