19 aprile 2015

The Beatles - Hey Jude

La vernice si era scrostata e la scritta era quasi illeggibile. Trovò una seconda indicazione più avanti, ma questa volta il pistolero non riuscì minimamente a decifrarla. Quando mise piede nella città vera e propria, un coro scombinato si levava nell'ultimo ritornello ripetuto di Hey Jude: "Naa-naa-naa  naa-na-na-na... hey, Jude..."



E' con le note del brano dei Beatles del 1968 che Roland viene accolto nella città di Tull, luogo desolato dove incappa nel primo volume della Torre Nera, L'ultimo cavaliere (1982).
Intitolata in origine "Hey Jules" e rinominata per ragioni fonetiche, fu scritta da McCartney per confortare (si dice) Julian, il figlio di John Lennon, nel momento del divorzio tra il padre e Cynthia Powell.





Nessun commento:

Posta un commento