19 giugno 2015

L'incidente del 19 giugno 1999


Nell'estate del 1999, dopo aver riposto nel cassetto il romanzo 'Buick 8', King riprende il saggio sulla scrittura, 'On Writing: Autobiografia di un mestiere', iniziato a fine 1997 e accantonato nei primi mesi del 1998, con l'intenzione di finirlo entro l'estate.
È il 18 giugno quando scrive la parte principale del saggio, Sullo scrivere.

Il pomeriggio del 19 giugno, dopo aver accompagnato all'aeroporto il figlio Owen, intorno alle sedici intraprende la sua abituale camminata di sei chilometri nei dintorni di Center Lovell, nel Maine occidentale, per un tratto lungo la Route 5, la strada asfaltata che collega Bethel e Fryeburg. E' lì che Bryan Smith, quarantaduenne con precedenti in alcuni incidenti stradali, alla guida di un minivan Dodge blu, distratto dal suo rottweiler Bullet, saltato sul sedile posteriore attratto da un frigo portatile che contiene della carne, investe lo scrittore che sta camminando sul ciglio della strada.

Trasportato al Northern Cumberland Hospital di Bridgton, King viene poi trasferito in elicottero al Central Maine Medical Center di Lewiston, a causa dei gravi traumi subiti: polmone destro perforato; gamba destra fratturata; colonna vertebrale lesa in otto punti; quattro costole spezzate; lacerazione del cuoio capelluto. Viene dimesso dall'ospedale il 9 luglio, dopo tre settimane dal ricovero.
Dopo aver accettato inizialmente le scuse dell'investitore, King decide di denunciarlo per fargli ritirare la patente. La moglie Tabitha ha poi acquistato il minivan, che è finito dallo sfasciacarrozze: temeva che finisse all'asta su ebay.
Le sette operazioni chirurgiche necessarie per essere rimesso in sesto e la lunga e dolorosa convalescenza interrompono la proverbiale disciplina dello scrittore, non più in grado di lavorare quattro ore ogni mattina per scrivere ogni giorno 2500 parole.

[fonte: Wikipedia]

Nessun commento:

Posta un commento