17 luglio 2015

Under the Dome, due parole sull'esordio della nuova stagione

Amici kinghiani, immagino che molti di voi abbiano visto ieri sera su Rai2 la prima puntata della Terza stagione di Under the Dome ("Voltare pagina"), chi con curiosità e chi con scetticismo...

Eravamo rimasti con l'immagine di Melanie avvolta in una densa nebbia bianca mentre invitava i superstiti di Chester's Mill a seguirla fuori dal tunnel sotto la città. Bene, una volta usciti di lì tutti si ritrovano fuori dalla cupola, che si sbriciola sotto i loro occhi.

Barbie e gli altri si ritrovano a continuare le loro vite per un anno, con il ricordo della reclusione nella cupola pronto a riaffiorare. Nessuno sa che fine possano aver fatto Junior e Julia, creduti ormai morti.
Nel frattempo Dale si è rifatto una vita con Eva, e Joe e Norrie non stanno più insieme. Nessuno vuole ricordare il passato, ma il passato prima o poi ritorna sempre.

New entry nel cast è Marg Elgenberger, nella parte di Christine, che offre aiuto psicologico a chi non è riuscito a superare il trauma della cupola. L'attrice aveva interpretato Bobbi Anderson nella serie tv Tommyknockers, negli anni '90.

La conclusione dell'episodio lascia, come al solito, interdetti (te pareva!): è ancora Melanie a muovere i fili delle vite degli abitanti di Chester's Mill. Come mai? Qual è il suo ruolo in tutto questo disegno?

Gli stravolgimenti apportati alla storia fanno (e faranno) storcere il naso a molti fans del romanzo, ma vi ricordo che nessuna trasposizione, per quanto non di alto livello, cancella la bellezza dell'opera da cui deriva.
Non resta che attendere i prossimi episodi (che pare seguano la falsariga delle precedenti stagioni), e sperare che le cose non vadano troppo per le lunghe...



Nessun commento:

Posta un commento