20 gennaio 2016

Stephen King e l'incontro con Grisham

Si è svolto ieri sera l'incontro a scopo benefico allo State College di Bradenton (in Florida) tra Stephen King e John Grisham. L'obiettivo di raccogliere almeno 170mila dollari da donare alla Manatee Library Foundation è stato addirittura superato: ne sono stati raccolti 200mila.






Grisham, invitato da King, si è fatto un bel viaggetto dalla Virginia dopo che era stato operato all'anca alcuni giorni fa. I due scrittori (amici da anni) hanno chiacchierato in un'atmosfera leggera, scherzando l'uno con l'altro sulla propria professione.

Hanno raccontato di come la loro precoce carriera sia stata lanciata dal medesimo editor, Bill Thompson, che acquistò per la Doubleday "Carrie" e "Il momento di uccidere ", anche se entrambi gli autori debbono parte della loro fama ai film tratti dai rispettivi romanzi. Grisham ha rivelato: "Mi dicono: 'Non ho letto i tuoi libri, ma amo i tuoi film', e io dico grazie." 

"Alcuni dicono che scrivere di avvocati è orribile.", ha scherzato King. E John ha ribattuto che riceve molte lettere dal carcere, e che ci sono molti avvocati in prigione con storie interessanti.



Il dibattito si è fatto più serio quando Grisham ha parlato del suo impegno come membro del consiglio di amministrazione della Innocence Project, che si batte per liberare le persone ingiustamente condannate sulla base del test del DNA, e contro la pena di morte.





[fonte: tampabay.com]

Nessun commento:

Posta un commento