25 giugno 2016

Joe Hill: "Come sono uscito dall'ombra di mio padre"

Il talentuoso romanziere Joseph Hillstrom King, figlio del noto Stephen, decise anni fa di intraprendere la carriera di scrittore sotto pseudonimo (Joe Hill), per evitare di essere bollato come il classico figlio di papà raccomandato.

"Volevo che qualcuno comprasse le mie storie per un motivo giusto" - ha detto Joe al Telegraph - "Perchè si tratta di belle storie, e non per il nome di mio padre."

credit: Heathcliff O'Malley


Nei primi anni Joe ha tenuto nascosta la sua vera identità, in cerca di offerte editoriali. Finchè nel 2007 un giornale non rivelò l'illustre parentela con King. Ma ormai non importava, Joe aveva già pubblicato più di 20 racconti e vinto alcuni premi.



"Ho imparato da mio padre 
il potere della riscrittura, 
che non ho dimenticato."





In famiglia anche la madre Tabitha , il fratello Owen e la cognata Kelly Braffet scrivono, e spesso tra loro si scambiano le bozze confrontandosi. Joe ha anche scritto un paio di racconti a quattro mani col padre (A tutto gas e Nell'erba alta)

Nonostante i primi numerosi rifiuti dei suoi lavori, Joe non si è mai scoraggiato e non ha rinunciato all'anonimato per emergere subito. E infine è stato ripagato.


Ha all'attivo quattro romanzi, uno dei quali (La vendetta del diavolo) è diventato un film con Daniel Radcliffe (Horns, 2014). Il libro è stato scritto in un periodo difficile per Joe, quando ebbe un crollo mentale e vide il suo matrimonio verso il capolinea.

Ora Joseph vive da solo nel New Hampshire, vede i figli adolescenti ogni fine settimana.




"Non credo ci siano mai stati molti scrittori come mio padre" - chiosa Hill - [...] e sono in pace con me stesso dato che non raggiungerò mai il suo livello."



[fonte: telegraph.co.uk]

Nessun commento:

Posta un commento